UFOCTLINE - Page 4

Pagina 4 Il tutto durò per circa 25 minuti fino a quando le tracce radar sembrano fondersi in una sola (a circa 60 km a Nord-Est) che aveva la dimensione stimata della traccia che lascia un grosso aereo B-36. Dopo essere stata stazionaria per 5 -10 minuti riprese il suo cammino per poi fermarsi e ripartire e alla fine uscire dallo schermo. Come si vede queste evoluzioni sembrano incompatibili con quelli di aeromobili o meteore. Anche qui ci troviamo di fronte ad una velocità stimata decisamente molto superiore a quella di un aeromobile. Altri eventi che riguardavano la base di Bentwaters sono riportati dal McDonald. L’avvistamento di una luce stazionaria e a volte pulsante da parte di un Sergente dalla Torre di Controllo. Fu comunicato ad un T33 della 512° sqaudriglia intercettori che stava sorvolando la zona di vedere se intercettava qualcosa ma ogni tentativo fu infruttuoso. Probabilmente ciò che fu visto non era altro che il pianeta Marte che quella sera era presente nel cielo. A questo punto l’autore, dopo varie considerazioni fa cenno ad un altro UFO intercettato dal Radar di Bentwaters fra le 22 e le 22,55. A questo punto McDonald rimarca il fatto che questo oggetto fu visto da alcune persone del personale di terra e dall’equipaggio di un C47 in volo che vide il sopsetto UFO ad una quota inferiore alla loro. L’areo volava a 1200 metri d’altezza e quindi l’oggetto doveva trovarsi al di sotto di questo valore. Questi fu descritto come una luce indistinta e brillante per via della sua velocità. Certo viene da pensare ad una meteora ma la sua traiettoria piatta e la visione contemporanea di due osservazioni visuali e una dal radar fanno scartare questa ipotesi. Possiamo concludere che la prima fase avvenuta e segnalata da Bentwaters sia abbastanza importante alla luce di quanto è stato scritto prima.