Serie A TIM 2017/18 Inter-Bologna - Page 6

Settimana scorsa hai segnato, i tifosi apprezzano la “garra” che metti in campo: quando si gioca per l’Inter è così per 90 minuti.

«Bisogna sempre dare tutto, sia quando giochi per tutto il match, sia quando sei impiegato qualche minuto: io sono fatto così. Fa piacere segnare, ovvio, ma per me quello che conta è che l’Inter vinca, indipendentemente dal fatto che sia io a fare gol o un altro mio compagno».

Hai da poco rinnovato con l’Inter: ci racconti che cosa vuol dire per te vestire i nostri colori?

«In questi due anni e mezzo ho imparato tanto: non sono stati mesi facili a livello di risultati, ma ho capito quanto siano unici e speciali i tifosi dell’Inter in tutto il mondo e quanto sia grande questo Club. Sono davvero felice».

Esterno offensivo, seconda punta, subito dietro la prima punta. Sei un attaccante completo, duttile. Ma tu cosa preferisci?

«In carriera ho giocato più come punta e come esterno di sinistra, ecco perché sono i due ruoli in cui mi sento più a mio agio. L’importante è mettersi a disposizione del mister e della squadra. Questo viene prima di tutto».

 

Che obiettivi personali ti sei dato da qui a fine stagione?

«Il mio obiettivo è quello della squadra e del Club: vogliamo andare in Champions e faremo di tutto per tornare in Europa».

4

FOCUS ON EDER