Rendez-vous en France 2017 - Page 7

I A L L O G G I I C O V E R S T O R Y
S P E C I A L E P A R I S L U M I È R E
I A L L O G G I I C O V E R S T O R Y
Robert Bordaz , con Richard Rogers e Renzo Piano
© Studio Piano & Rogers © Fondazione Renzo Piano di Carlo Piano
ERAVAMO NEL ’ 71 , A SOLI TRE ANNI DAL ’ 68 , NEL PERIODO IN CUI I MUSEI ERANO LUOGHI NOIOSI E POLVEROSI . ERAVAMO GIOVANI E DISUBBIDIENTI , FORSE ANCHE LEGGERMENTE MALEDUCATI . PERÒ UNA COSA L ’ AVEVAMO CAPITA … CHE NON AVEVA SENSO COSTRUIRE UN LUOGO DI CULTURA TRADIZIONALE

Sono passati quarant ’ anni dall ’ inaugurazione del

Centro Georges Pompidou , era il 31 gennaio 1977 , una giornata limpida e fredda come solo il cielo di Parigi sa regalare . Da allora il Beaubourg , così lo chiamano i parisiens , ogni sabato accoglie 30.000 visitatori e qui sono entrate 250 milioni di persone . C ’ era l ’ allora presidente della Repubblica Valéry Giscard d ’ Estaing , Pompidou che aveva voluto il centro culturale al quale è intitolato era morto tre anni prima . C ’ era soprattutto una folla curiosa di esplorare quella buffa astronave atterrata nel cuore della capitale francese . L ’ architetto Renzo Piano , uno dei due progettisti , ci racconta la grande avventura .

Costruire è un ’ attività straordinaria … La scommessa del far leggero ,

M A G A Z I N E 5