Rendez-vous en France 2016 - Page 58

L I F E S T Y L E I G A S T R O N O M I A I D E S T I N A Z I O N I I P E R S O N A G G I Le stelle È SEMPRE PIACEVOLE FERMARSI A MANGIARE IN UN MUSEO: AL PIACERE DI AMMIRARE OGGETTI D’ARTE E REPERTI E “NUTRIRE LO SPIRITO” SI UNISCE QUELLO DI GUSTARE QUALCOSA DI BUONO E NUTRIRE IL CORPO. ristorante battezzato Le Frank in onore di Gehry. ›››www.restaurantlefrank.fr A pranzo piatti da 22€, la sera alla carta da 60€. Tre stelle al Grand Palais Cucina prêt-à-porter al Louvre-Lens È Éric Fréchon, chef tre stelle dell’Hotel Le Bristol, coadiuvato sul campo da Stéphane d’Aboville, a sovrintendere al Mini Palais, il ristorante del Museo del Grand Palais di Parigi, ispirato a un atelier d’artista. Qui fino alle 2 del mattino si possono gustare piatti “firmati” nella terrazza dalle colonne imperiali rivestite di mosaico. ›››www.minipalais.com A pranzo menù a 28€, alla carta 50€. Al Louvre di Lens, avveniristico edificio nell’ex bacino minerario, un ristorante d’eccellenza, L’atelier de Marc Meurin, chef due stelle Michelin, nato proprio a Lens. Uno scenario contemporaneo per una cucina prêt-à-porter, a base di prodotti del territorio. ›››www.atelierdemarcmeurin.fr Menù da 32€. Le Frank alla Fondazione Vuitton Al musée des Confluences, nel più nuovo quartiere lionese, alla confluenza fra Rodano e Saona, uno spazio ristorazione altrettanto innovativo, con le Comptoir Gourmand per una sosta veloce e la Brasserie des Confluences dove officia lo chef 2 stelle Guy Nella spettacolare “nuvola” di vetro che l’architetto Frank O. Gehry ha progettato al Bois de Boulogne, per la Fondazione Vuitton, la cucina raffinata e creativa dello chef stellato Jean-Louis Nomicos, allievo di Ducasse, al Innovazione al musée des Confluences di Lione Musée d'Orsay © Pierre Monetta © Paris Tourist Office - Photographe: Marc Bertrand Café de l'Homme 56 M A G A Z I N E © Etienne Heimermann C i sono alcuni indirizzi davvero speciali, musei dove in cucina c’è uno chef stellato: un capolavoro d’arte gastronomica in mezzo ai capolavori… chapeau! © Richard Haughton vanno al museo I