Rendez-vous en France 2016 - Page 51

A G E N D A I E V E N T I I E U R O 2 0 1 6 I A L L O G G I I C O V E R S T O R Y © LIN Finn Geipel et Giulia Andi, photographe Jan-Oliver Kunze La Platine, Cité du Design Saint-Étienne, Rodano-Alpi Albero multicolor a Châteaucreux, Saint-Étienne, Rodano-Alpi © Magali Stora © Gabriele Croppi - Conception, Le Corbusier architecte, José Oubrerie assistant (1960-65). Réalisation, José Oubrerie architecte Chiesa Saint-Pierre de Firminy, Rodano-Alpi SAINT-ÉTIENNE CAMBIA IL DESIGN! FRA LE ARCHITETTURE DI LE CORBUSIER La Francia ha proposto 17 opere di Le Corbusier al Patrimonio Mondiale dell’Unesco e la risposta arriverà proprio in questo 2016. Dalla città ideale di Chandigarh in India a Capitale francese del design, dichiarata Firminy, l’altra città-modello, a due passi da Saint-Étienne, in Rodano-Alpi, l’opera di città creativa dall’Unesco, Saint-Étienne Le Corbusier spazia per 6 Paesi e 3 continenti, ma è in Francia che si trova la maggior è stata ufficialmente invitata a rappre- parte delle sue opere. Un Corbu-tour può cominciare dall’icona, la Cité Radieuse di sentare la Francia alla XXI Esposizione Marsiglia, poi Villa Savoye a Poissy, vicino a Parigi, e nella capitale la Maison Roche- Internazionale della Triennale di Milano, Jeanneret e l’Immeuble Molitor, quindi il convento di La Tourette a Éveux e la Cappella inaugurata il 2 aprile e che durerà fino al di Notre-Dame du Haut a Ronchamp, in Franca Contea, senza dimenticare il cabanon 12 settembre. Articolato in tre sezioni, lo di Roquebrune-Cap-Martin e il complesso di Firminy. spazio espositivo di Saint-Étienne mo- È la terza volta che l’opera di Corbù tenta di entrare nel Patrimonio dell’Umanità: che stra come la città abbia fatto del proprio questa sia finalmente la volta buona? territorio un laboratorio a cielo aperto, www.sites-le-corbusier.org - www.fondationlecorbusier.fr - www.sitelecorbusier.com sotto l’impulso della Cité del Design; propone anticipazioni dei temi affrontati dalla 10a Biennale Internazionale Cantina del Château Les Carmes Haut-Brion, Bordeaux, Aquitania del Design che si terrà nel 2017 e sarà dedicata ai cambiamenti del lavoro, e presenta la mostra "Fukushima MON AMOUR" curata dagli studenti dell’ESADSE, la Scuola Superiore di Arte e Design di Saint-Étienne, una riflessione © Giorgio Bocolishvili I sulla catastrofe nucleare di Fukushima e le sue conseguenze. www.saint-etienn