PTOF e ALTRO PTOF Pizzini Pisani - Page 89

iniziative educativo-didattiche curriculari ed extracurriculari, organizzate nell'ambito dell'ampliamento dell'offerta formativa, sulla base delle informazioni fornite al Consiglio di classe dal Docente coordinatore. Per la valutazione al termine del biennio iniziale, a cui è esteso l’obbligo scolastico, i Consigli di classe prenderanno prioritariamente in esame il recupero e il consolidamento, oltre che la motivazione e l’interesse, le abilità di base di tipo trasversale, le abilità linguistico espressive, le abilità di comprensione di un testo, le abilità logico matematiche e di ragionamento, le abilità essenziali per l’acquisizione dei contenuti culturali specifici e delle competenze e abilità necessarie alle varie discipline del triennio successivo. In particolare, i Consigli, tenendo conto del diritto-dovere all'istruzione e dell'obbligo formativo e che i primi due anni di scuola superiore, oltre ad avere carattere orientativo per scelte successive più consapevoli di altri indirizzi di studio o della formazione professionale, è volto al consolidamento delle abilità di base acquisite nei precedenti cicli di scuola dell'obbligo, valuteranno le conoscenze ed abilità conseguite dagli alunni in relazione alle condizioni d'ingresso, anche perché gli alunni delle classi iniziali necessitano di un tempo più lungo per superare difficoltà e carenze pregresse. I Consigli di classe procederanno a deliberazione di sospensione del giudizio, di norma assegnando non più di tre debiti formativi, purché le carenze non siano gravi e recuperabili mediante studio individuale, o partecipazione a corsi di recupero Gestione delle carenze formative Il D.M 80/2007 e l’O.M. 92/2007, hanno introdotto la rilevante novità per la quale non sarà più possibile essere ammessi alla classe successiva senza aver preliminarmente (e cioè prima dell’inizio del nuovo anno scolastico) superato le carenze formative contratte durante l’anno in corso. Il provvedimento vincola la scuola a realizzare forme di intervento a supporto delle debolezze degli alunni e specifiche modalità di controllo dell’eventuale superamento delle fragilità comunicate dopo i momenti di valutazione collegiale. 88