Pallavoliamo Gennaio 2014 - Page 86

SABBIA ROVENTE 86 Di Margherita fra le sue passioni, scopriamo anche una vena artistica: Oltre a leggere, mi piace tanto disegnare, soprattutto paesaggi ed animali. Questa dote me l’ha trasmessa la mia prof. di Educazione Artistica delle scuole medie, che era molto brava e credeva nelle mie doti di “pittrice”, ma con la pallavolo non ho avuto tempo di continuare con l’arte, se non come passatempo... Gli animali mi piacciono anche dal vero, in particolare i gatti, e a casa a Salgareda ne ho tanti”. Come tutti i ragazzi della sua età, anche la giovane veneta ascolta tanta musica, in particolare i Linkin Park, ma anche musica un po’ “retrò” ma immortale, come quella di Lucio Battisti o Michael Jackson:“Ogni tanto mi capita di andare anche in discoteca, come del resto tutti i ragazzi della mia età, ma soprattutto preferisco le uscite con le amiche, e fortunatamente in questi anni di pallavolo ne ho avute tante”. Quello che è certo è che il fulcro della vita di Margherita Bianchin restano gli affetti e le certezze: “Non so dove sarò fra qualche anno, ma l’importante è che accanto a me ci siano sempre le persone che mi vogliono bene, e magari un lavoro sicuro... anche extra sportivo, perché non so se la pallavolo indoor possa darmi da vivere, e il beach...”. Sì, il beach volley, che alla nostra protagonista ha già regalato due scudetti, non è nel nostro Paese ancora così strutturato da dare la possibilità a chi volesse praticarlo tutto l’anno di farlo in maniera continuativa, se non in rare eccezioni: “Io aspetto che si presenti l’occasione di praticare solo il beach volley, nel frattempo mi impegno al massimo per