Pallavoliamo Gennaio 2014 - Page 67

L PROFESSORE 67 Gerardo, già allenatore, insistesse da parecchio perché andassi in palestra con lui, per quello spirito di coinvolgimento di persone nuove che ho poi preso anche io. Il momento arrivò quando non sapevo dove sbattere la testa per realizzare la tesi di laurea dell’Isef di Milano e ne scelsi una sperimentale con la cattedra di pallavolo del professor Rapetti. A quel punto, rivolgermi a Gerardo fu inevitabile e in seguito, tramite un amico comune, guidai la mia prima squadra di Csi del Gsr San Giacomo di Novara, formata da 8 ragazze”. Era la stagione 1981-82, le atlete del San Giacomo aumentarono in alcuni anni fino a 160 tesserate e il 24enne Pedullà (è classe 1957) fu folgorato sulla via di bagher e schiacciate. Dopo, l’incontro con Giuseppe Bosetti e il lavoro a Sumirago dalla serie D alla serie A1, prima da vice del professore e di sua moglie Franca Bardelli poi da primo allenatore; quindi l’approdo a Omegna, perla del Lago d’Orta e centro di eccellenza del movimento giovanile della seconda metà degli anni ’90. “Bosetti è sicuramente il primo nome che indico tra i miei maestri, seguito da mio fratello Gerardo. Ma, negli anni, trovo insegnamenti di varia portata ricevuti da moltissimi tecnici con cui ho collaborato: Bernardinho, ma anche Sergio Guerra o Giuseppe Giannetti. Ci sono poi allenatori che ho studiato più da lontano