Pallavoliamo Gennaio 2014 - Page 24

B-SIDE 24 bisogno, dai tifosi che ci fanno sentire il loro supporto al 100%, indipendentemente dal risultato delle partite. Mi sento fortunata perchè ho giocato in molti Paesi, ma l’atmosfera che c’è qui è unica nel suo genere. È per questo che, nonostante le voci di difficoltà finanziarie che ci sono in vari club, ho sempre voluto giocare in Italia. È una grande occasione per mettermi alla prova, per fare una salto di qualità: quando militavo nel campionato tedesco ero molto sicura di me stessa e forse qui adesso ho perso un po’ di quella sicurezza stando in panchina, ma sono certa che quella di venire in Italia è stata la scelta giusta da fare. Voglio dimostrare a me stessa che posso competere ad alti livelli e essere un membro fondamentale della squadra”. Dopo l’esperienza in America, Ciara di trasferisce a giocare in Australia, prima di rientrare in Europa, prima in Germania e, da quest’anno, nel nostro Paese. Possiamo dire quindi che questa atleta ha una visione davvero planetaria di questo sport! “Ci sono tante differenze da squadra a squadra e, naturalmente, da Paese a paese. A Miami, nel sistema universitario, la formazione e