Pallavoliamo Gennaio 2014 - Page 116

IN CORPORE SANO GOMITO DEL TENNISTA, SPALLA DEL PALLAVOLISTA? 116 I fastidi e gli infortuni tipici di chi gioca a volley Ogni sport ha i suoi acciacchi, perché ogni disciplina impegna il nostro fisico in modo diverso. La problematica più celebre associata comunemente ad uno sport è di certo il cosiddetto “gomito del tennista”, tecnicamente definibili come epicondiliti o epitrocleiti, infiammazioni che interessano la parte laterale (esterna) o la parte mediale (interna) dell’avambraccio. Perché proprio il tennista? Semplicemente perché i movimenti sono più ripetitivi rispetto ad altre discipline, e perché il braccio si muove impugnando un attrezzo, e quindi è maggiormente a rischio di sovraccarico. Nel volley non si usano racchette o altri attrezzi, se non la palla che sosta per un periodo molto limitato tra le mani o sulle braccia dei giocatori... questo non significa che il volley, per le nostre braccia sia innocuo! Si tratta pur sempre di uno sport in cui il pallone si gioca con le mani,