PTOF e ALTRO PTOF Pizzini Pisani - Page 85

La valutazione assume diverse funzioni in rapporto alla sua collocazione nel processo educativo:  la valutazione iniziale, diagnostica, permette di calibrare le linee progettuali in relazione ai bisogni formativi emersi;  la valutazione formativa, che avviene in itinere, ha funzione regolativa, in quanto consente di adattare gli interventi alle singole situazioni didattiche e di attivare eventuali strategie di rinforzo;  la valutazione sommativa finale definisce i livelli di apprendimento raggiunti dagli alunni nelle varie discipline. La verifica e la valutazione sono, dunque, atti imprescindibili della prassi didattica, presenti in tutti i momenti del percorso curricolare e che, nell’aspetto formativo, oltre che in quello conoscitivo o consuntivo, trovano la loro maggiore valenza. Rispetto all’allievo, si accertano l’acquisizione di competenze, di abilità e l’evoluzione del processo di apprendimento; per quanto attiene l’insegnante, si valuta l’efficacia delle strategie, dei mezzi e degli strumenti utilizzati, per una successiva ridefinizione del percorso. La valutazione rende, perciò, flessibile il progetto educativo e didattico e permette ai docenti di:  soddisfare le esigenze che gli alunni vengono manifestando;  adeguare tempestivamente la proposta didattica;  stabilire il livello delle competenze raggiunte;  determinare la validità delle scelte didattiche adottate.  La valutazione Definizioni dal Quadro Europeo delle Qualifiche: 84 progressivamente