My first Magazine PTOF Pizzini Pisani - Page 78

Nella scuola Primaria il Progetto prevede l’ individuazione precoce di possibili fattori di rischio per disturbi specifici di apprendimento, attraverso il monitoraggio dell’acquisizione delle abilità di letto-scrittura nelle classi prime e l’individuazione precoce di alunni con difficoltà di apprendimento nella letto-scrittura. Vengono attivati interventi di recupero individualizzati e successivi monitoraggi, nelle classi seconde, dell’efficacia delle attività di recupero. Il nostro territorio, negli ultimi anni, ha visto l’arrivo di un discreto numero di adolescenti provenienti da paesi stranieri. Le disposizioni legislative stabiliscono il diritto-dovere per i minori immigrati di frequentare la scuola e suggeriscono la promozione dell’interculturalità, sotto diverse forme e manifestazioni. Consapevoli del ruolo ―facilitante‖ che la scuola può e deve assumere, la scuola promuoverà l’attivazione di Laboratori L2, corsi di formazione per docenti, disponibilità di mediatori culturali e orientamento al lavoro. Il punto di partenza rimane l’alunno, la conoscenza, il più precisa possibile, della sua biografia linguistica e scolastica, ma anche la sua situazione emotiva e le opportunità concrete che la scuola e il territorio riescono a fornirgli nel rispetto della propria identità culturale. La scuola si deve costruire come un luogo accogliente, coinvolgendo in questo compito gli studenti stessi. Sono infatti importanti le condizioni che favoriscono lo ―star bene a scuola‖, al fine di ottenere la partecipazione attiva dei discenti in un progetto educativo condiviso ed allargato alle famiglie. L’accoglienza però non si esaurisce nei primi giorni di scuola ma continua per tutto l’arco dell’anno scolastico e, in prospettiva, dovrebbe accompagnare l’alunno nel suo intero percorso di studi, lungo l’arco della vita scolastica. Il momento iniziale tuttavia rappresenta una fase delicata per l’alunno ed è importante creare un ambiente educativo rassicurante che attenui le ansie e le insicurezze. L’accoglienza rappresenta un punto privilegiato di incontro tra la scuola e la famiglia, in quanto fornisce preziose opportunità di conoscenza e collaborazione. E’ sicuramente importante la capacità degli insegnanti, e della scuola in generale, di accogliere l’alunno in modo personalizzato e di farsi carico delle sue emozioni nei delicati momenti del primo distacco, dell’ambientazione e della costruzione di nuove relazioni con i compagni e con altri adulti. 77