Match Program Emma Villas Siena 2018/2019 5R - Match Program Emma Villas Siena 2018/2019 - Page 15

Intervista TIFOSA

Manola Bechi è una tifosa irriducibile della Emma Villas Siena. Prima di tutto è una appassionata dello sport della pallavolo. “Lo praticavo da bambina e da ragazza – spiega la sostenitrice biancoblu –, ci ho giocato per tanti anni. Quando l’Emma Villas è venuta a giocare a Siena, al PalaEstra in viale Sclavo, le sue gare interne nel campionato di Serie A2 mi si è riaccesa una scintilla, qualcosa che probabilmente non si era mai spento dentro di me. Seguire questa squadra ha rinnovato il mio amore per la pallavolo, per me la Emma Villas è stata un vero e proprio colpo di fulmine”.

Era un Volley Day il giorno in cui Manola Bechi tornò a seguire dal vivo una partita di volley. “Sai quando arrivi in un posto e ti sembra di essere a casa tua e provi delle sensazioni che avevi provato in passato ma che fanno sempre parte di te? Ecco, questo è ciò che ho sentito in quel momento. La pallavolo è parte della mia vita, lo è sempre stata e continua ad esserlo anche adesso. Così iniziai a seguire assiduamente la squadra. Poi l’amicizia con Martina Francini, e con Federica e Simona, ha fatto il resto. Al PalaEstra a vedere le partite della Emma Villas ho ritrovato persone che già conoscevo e ho incontrato anche persone che non conoscevo. Si è creato un bellissimo gruppo, ne sono felice. E adesso tutte le domeniche siamo lì in curva a sostenere la squadra”.

“La prima trasferta che ho fatto – ricorda Manola Bechi – è stata con la mia amica Michela a Viterbo nella partita di Coppa Italia contro Tuscania, una bellissima vittoria, poi facemmo quella a Spoleto. Da quel momento ne ho fatta uno dopo l’altra. Ricordo con emozione quella a Bergamo, la prima partita nella quale Van Dijk vestiva la maglia della Emma Villas. Era un’atmosfera molto bella e piacevole e tra l’altro vincemmo un match complicato”.

Poi sui tifosi biancoblu aggiunge: “Siamo cresciuti molto. Sono soddisfatta di quello che abbiamo fatto fino ad oggi. Riceviamo complimenti da tutte le tifoserie avversarie, seguiamo dappertutto la squadra. A volte mi sembra di essere davvero in campo, il gruppo di tifosi che si è formato è molto affiatato. Ricordo con tanto affetto i momenti fantastici che abbiamo vissuto nella scorsa stagione; quelle emozioni, quelle lacrime e quegli abbracci non potremo mai dimenticarli. Sono nate e cresciute tante amicizie tra di noi”

#cuoribiancoblu

Mi piace il clima che c’è in questo sport, esiste rispetto tra tifoserie avversarie. A Ravenna i sostenitori della Consar sono venuti a salutarci prima della gara offrendoci delle piadine, quelli di Verona al PalaEstra sono venuti in curva a salutarci e a fare quattro chiacchiere con noi. Così tutto è ancora più bello. In generale il clima che si respira al PalaEstra ad ogni match è straordinario. Abbiamo anche avuto modo di entrare in contatto con i giocatori e con i membri della società senese, poter stare vicino ai campioni per i quali tifi è una cosa speciale. Questa squadra mi piace, ci sono grandi pallavolisti come Marouf, Hernandez, Ishikawa. Ma il mio giocatore preferito è Filippo Vedovotto che nella scorsa stagione in Serie A2 ci ha regalato gioie ed emozioni indimenticabili. Ora c’è stata questa ventata di aria nuova con l’arrivo di Savani e Van de Voorde. La squadra mi sembra in crescita, spero che possa raggiungere il traguardo della salvezza. Il momento che stiamo vivendo adesso non è sicuramente piacevole. Purtroppo la squadra sta soffrendo, ma noi tifosi non ci arrendiamo e guardiamo avanti. La città di Siena è sempre più interessata ed attenta alle vicende della Emma Villas, la squadra è ormai entrata nel cuore di molti senesi. La promozione in Superlega è stato un momento storico, mi auguro che possano essercene ancora tanti da vivere e poi ricordare.