La Befana Vien Di Notte Con Le Rime Tutte Rotte - Page 3

ANNA FRESU FABIA GHENZOVICH Quella vecchina col naso un po’ storto Tante facce ha la Befana quanti che cammina per dritto e per torto tu la vedi cosi’ malandata ma non sai che è di ottima annata. Scala tetti, si inventa regali per bambini del tutto speciali, mette il turbo alla scopa e in un lampo vola vola su nel firmamento dall’Italia alla Cina al Perù. Non la vedi se guardi all’ingiù. E finito il lavoro si cambia, mette un fiore ed un nastro al cappello e a cantare si reca allo “Zambia”, un locale alla moda a Orbetello e se le gambe non le fanno male anche il tango riuscirà a ballare, mentre intanto si spegne la sera. E ti giuro che la storia è proprio vera ANNAMARIA DALL’OLIO LA BEFANA VIEN DI SERA La Befana vien di sera con la gerla tutt’intera, la Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte, la Befana vien di giorno: le Feste via di torno! sono i colori della sua sottana che nasconde dolci per i più buoni ma per i birichini solo carboni e smorfie matte a punirli delle loro malefatte. Così sentenzia la Befana: “Per ogni marachella al giorno svanirà nel nulla una caramella!”