Inducas Italia eBook Inducas Mentori - Page 34

Da genitore, trovo il gruppo di WhatsApp di classe molto utile come modo di confrontarsi e condividere idee; se sapessi della presenza dell'insegnante nel gruppo sarei molto più inibita nell'esporre le mie perplessità. Continuo a preferire un dialogo in persona con l'insegnante ad uno scambio di messaggi scritto, messaggi che è possibile mal interpretare. Francesca Vitali Conosco WhatsApp: vista la sua struttura informale è facile scivolare in un eccesso di confidenza... Valentina Boragno Per l'uso del WA con i genitori sono contraria. Da quando esiste il registro elettronico i docenti possono comunicare con i genitori attraverso questo strumento e attraverso la creazione di indirizzi mail istituzionali Le comunicazioni di WA con gli alunni fino alle scuole secondarie di primo grado dovrebbero essere vietate in quanto l'uso dei social è vietato dalla normativa stessa del social fino al 14 esimo anno di età. Annamaria Vesnaver Pur ritenendo che la comunicazione docenti-genitori sia di fondamentale importanza per accompagnare il processo di apprendimento dei nostri alunni, non credo nell'uso di WhatsApp sia in questo senso utile. Preferisco la posta istituzionale in casi specifici o la convocazione per un colloquio diretto con i genitori. Cinzia Giulia Fontanive  sono utili! Ritengo i gruppi Whatsapp una risorsa importante per diverse ragioni: facilitano l'incontro genitori-docenti; consentono di condividere in tempo reale risorse materiali, informano in tempo reale di eventuali problemi dei ragazzi, dei docenti, delle famiglie, aiutano il confronto di idee, consentono la discussione su iniziative da avviare (gite, viaggi, verifiche), ma soprattutto mettono in RELAZIONE e creano legami importanti, favorendo una comunicazione efficace. I rischi che molti paventano di invadenza, intrusione, compromissione della privacy, non sussistono se si rispettano le regole della convivenza civile: stabilire orari e ruoli della comunicazione. Maria Nica Tutto sta come si educano i genitori a rispettare i ruoli, alla disponibilità del docente che trova nello strumento una via di comunicazione utile senza farsi coinvolgere dalle cattive usanze che rasentano pettegolezzi. Personalmente sollecito i gruppi WhatsApp anche fra gli alunni, con i dovuti controlli dei genitori, per attivare gruppi di lavoro didattico. Giuditta Castelli Io uso i gruppi WhatsApp con gli alunni, e li trovo molto utili l'importante è stabilire le regole sin dall'inizio Gabriella Ricci 34