Inducas Italia eBook Inducas Mentori - Page 30

Comunicare con i genitori Stabilire una relazione positiva e fruttuosa con i genitori ed in generale con la famiglia degli studenti, che possa costruire un complessivo senso di comunità tra casa e scuola: come fare? quali barriere rimuovere? come gestire genitori "scomodi"? come ottimizzare la comunicazione a beneficio dei nostri alunni (e quindi del nostro lavoro)? Le parole che abbiamo usato… Concretezza e dati oggettivi. Filomena Montella Accompagnati da una documentazione impeccabile. Sara Viotti Positività e pacatezza Cinzia Marrone Condivisione, rispetto, successo formativo, crescita globale, collaborazione, sinergia, efficacia. Anna La Montagna Costruire un rapporto di collaborazione con le famiglie, con chiarezza e trasparenza. Bartolomeo Corbo Ascolto anche delle emozioni dei genitori. Maria Maccarone Apertura, disponibilità, trasparenza, attenzione, capacità di ascolto, riflessione e revisione delle proprie pratiche Maria Teresa Rughi Un racconto a più voci Chiarezza, propositivà, positività sono sicuramente armi vincenti. I genitori "scomodi" (è una mia impressione o stanno aumentando vertiginosamente?) sono generalmente più gestibili quando percepiscono un atteggiamento di grande trasparenza e oggettività, ma allo stesso tempo disponibilità all'ascolto e reale interesse per il loro figlio. Ho spesso notato che le nostre (sacrosante) rimostranze su mancanza di disciplina, studio, responsabilità etc. possono diventare un'arma a doppio taglio soprattutto per i colleghi che vengono percepiti come "novizi" e non in grado di gestire la classe. Il mostrarsi pronti a suggerire alternative, approcci diversi e la disponibilità al dialogo richiedono sicuramente più tempo e impegno ma generalmente ripagano. Importante anche cercare di coinvolgerli, per quanto possibile, nelle attività che facciamo (alle superiori è sicuramente più difficile, ma a volte i miracoli accadono anche qui...). E in questo eTwinning è un terreno perfetto! Elena Pezzi 30