IL SUD ON LINE MAGAZINE 59 - Il Sud On Line - 15 aprile 2019 - Page 21

Ma non dimentichiamo anche i più piccoli....

DONNA MARIANNA

perché essa non sia gelosa della sua sorella dell’Arco, e fanno pure un banchetto di frutti di mare allo Scoglio di Mergellina.Anche gli stranieri sono presi dal tripudio di gioia generale e si comportano proprio come gli altri. Ecco le carrozze coi giovani inglesi, a cui le lunghe collane di nocciuole, che si sono legate intorno al cappello, battono continuamente sul volto nella rapida corsa. Dal numero dei venienti si crederebbe che tutta Napoli sia in pellegrinaggio, eppure gli spettatori sono affollati f‌ino al nolo testa su testa; anche tutti i balconi, tutte le f‌inestre e i lastrici sono pieni di gente: molti battono il tamburello e danzano la tarantella sui tetti. Il baccanale dura f‌ino a tarda lotte Ora coloro che vanno in carrozza accendono le canlele che f‌issano alle sbarre intorno alle immagini sacre o pongono sui mobili altari, e fanno sulle carrozze piccoli fuochi d’artifizio. Così attraversano le strade principali della città in varie direzioni, per mostrarsi dappertutto.Chi fu così infelice da non poter prender parte a questa festa, ha almeno visitato a piedi una chiesa dei sobborghi, o è stato testimone dell’arrivo dei pellegrini. Parenti o conoscenti gli'portano doni dalla Madonna dell’Arco, che sono custoditi accuratamente durante l’anno, poiché proteggono la casa dalla sventura.Questa è una festa popolare italiana. Ti meraviglierai se ti dico che i napoletani nel contratto nuziale devono impegnarsi a condurre le loro mogli ogni anno alla festa della Madonna dell’Arco?

“Vita popolare a. Napoli nell’età romantica, Karl August Mayer”