IL SUD ON LINE MAGAZINE 57 - Il Sud On Line - 31 marzo 2019 - Page 41

"Epica fa Rima con pop", da un ep nasce uno spettacolo per la scuola

vini

Dal progetto “Kalos”, uscito lo scorso ottobre, Fabio Guglielmino ha ideato un nuovo spettacolo dal titolo “Epica fa rima con Pop, Platone Saffo Omero, manie ed eroi”, proposto all’Istituto Comprensivo “Colozza Bonfiglio” di Palermo lo scorso 20 marzo.

L'idea di questo spettacolo, che mette in scena attraverso canzoni e parole il mito di Achille, Patroclo, il sacrificio degli eroi, Odisseo ed Enea, il viaggio e la disillusione, nasce da lontano. Un percorso che vede Eros protagonista assoluto delle nostre vite, un Eros tiranno come nella tradizione poetica di Saffo al quale non possiamo sfuggire una volta incontrato.

La scelta di metterlo in scena a scuola, davanti una platea di ragazzi di scuola media, è una sorta di omaggio alla passione che Fabio sin da bambino ha sempre portato con se: adorava leggere i libri di De Crescenzo, dai quali ha imparato e assorbito il linguaggio ludico e divertente per affrontare temi da “grandi”, come la passione e il desiderio.

«Un viaggio nel mondo degli eroi, tra divinità e semidei raccontati come se fossero tra noi – afferma la preside dell’Istituto, Valeria Catalano - da un cantastorie che li ha resi vivi e attraenti, dandogli fattezze da immaginare, tramutandoli in caricature da gossip perché i nostri studenti potessero sentirli vicini alla loro vita reale».

«Dialogando con loro, usando il linguaggio prediletto dai ragazzi – continua la preside – Fabio ha acceso la loro curiosità, vivacizzando opere classiche immortali. Un modo di fare scuola innovativo e geniale, creativo ed esilarante. Non mi stupirei se i nostri alunni cominciassero ad appassionarsi alle vicende di Ulisse, Ettore, Paride, Menelao e del mondo mitologico dopo essere stati ispirati in tal modo».

Nello spettacolo a scuola Guglielmino racconta la nascita del mito degli Dei dal caos con riferimento alla “Teogonia” di Esiodo, per presentare Eros come forza universale alla quale nessuno (né uomini né Dei né eroi) possono sottrarsi. La discussione prosegue con l’Ira di Achille e il suo forte legame con Patroclo, con una presentazione moderna degli eroi e dei fatti ispirandosi agli attuali supereroi dei cinecomics.

Lo spettacolo continua proponendo la figura di Ermes invocato da Saffo durante le sofferenze per amore. La riflessione si sposta sulle quattro manie definite da Platone, legate a Eros, Apollo, Dionisio e le Muse. Si presenta Enea, leggendo alcuni passi tratti dall’Iliade e citando Virgilio, una riflessione che vede l’eroe profugo di una guerra ingiusta attraversare il mediterraneo per donare nobili origini alla civiltà Romana. Lo spettacolo si chiude con una breve discussione sulla figura di Ulisse/Odisseo, l’avventuriero furbo e bugiardo citando passi dell’Odissea e la Divina Commedia di Dante Alighieri.

Lo spettacolo, realizzato in collaborazione con l'associazione culturale FMHerz, si ripeterà all’Auditorium RAI Sicilia il prossimo 8 giugno, in una versione arricchita con attori e musicisti.

Un disastro senza precedenti. Per il secondo anno consecutivo i coralli della Grande Barriera, nelle acque australiane, hanno sofferto del fenomeno dello sbiancamento a causa delle crescenti temperature delle acque. Il rischio, più volte annunciato, è stato confermato dalle indagini aeree del sito registrato come Patrimonio dell'Umanità dal 1981. L'ecosistema che si estende lungo 2300 km - il più grande del mondo - aveva già sofferto nel 2016 un fenomeno di sbiancamento senza precedenti, a causa del riscaldamento delle temperature oceaniche in marzo e aprile. "I coralli non sono necessariamente morti, ma nella parte centrale della Grande Barriera ci aspettiamo perdite molto elevate", ha detto James Kerry, un biologo della James Cook University, che ha coordinato le osservazioni aeree. "Ci vuole almeno un decennio per il totale recupero di quei coralli che crescono più velocemente", ha detto. "Due episodi così gravi di sbiancamento a intervalli di 12 mesi fanno sì che i coralli danneggiati nel 2016 non abbiano alcuna possibilità di recuperare."

temperatura dell'acqua, con conseguente espulsione delle alghe simbiotiche che danno al corallo le sostanze nutritive. In pratica le alghe che vivono in simbiosi con i coralli, e ne determinano i colori sgargianti, li abbandonano in massa, portandoli a morire di fame. L'attuale evento di sbiancamento è il quarto dopo quelli del 1998, 2002 e 2016. Tra l'anno scorso e quest'anno, 1.500 chilometri da scogliere sono state colpite da sbiancamento, ha detto Terry Hughes della James Cook University: "Solo un terzo della barriera corallina, quello più meridionale, è ancora illeso."

Il mare si scalda e sta uccidendo la barriera corallina

spettacoli

proprie convinzioni. Le impronte, genuine ed energiche, restituiscono dalle sue opere la coscienza che tali purezze appartengono ad elementi fantastici, al clima di un mondo antico e andato, oppure utopico. Le colorazioni cooperano per modellare questo tempo, vive e confortevoli, gravide dalla luce pulita del sole, si oppongono alla tristezza di città oppresse dall’inquinamento e danzano in amori adolescenziali.

spazio interattivo in cui far convogliare gli entusiasmi dei frequentatori della rassegna poetica, che aspettano la nuova edizione.

L'attesa è tanta, anche per i forti echi dell'edizione passata, caratterizzata da un'ampia presenza sui media (giornali, tv e internet), da importanti ospiti di punta (Giancarlo Giannini, Sergio Caputo e Francesco Baccini, Katia Ricciarelli e Francesco Zingariello accompagnati dalla Melos Orchestra, Marco Morandi, la Rino Gaetano Band, Mogol), con eventi che hanno interessato tutto il territorio di Rocca Imperiale, dal Castello, al centro storico, al Convento dei Frati Osservanti, alla Marina.

A Ragusa una mostra sul verticalismo

, Ettore, Paride, Menelao e del mondo mitologico dopo essere stati ispirati in tal modo».

Nello spettacolo a scuola Guglielmino racconta la nascita del mito degli Dei dal caos con riferimento alla “Teogonia” di Esiodo, per presentare Eros come forza universale alla quale nessuno (né uomini né Dei né eroi) possono sottrarsi. La discussione prosegue con l’Ira di Achille e il suo forte legame con Patroclo, con una presentazione moderna degli eroi e dei fatti ispirandosi agli attuali supereroi dei cinecomics.

Lo spettacolo continua proponendo la figura di Ermes invocato da Saffo durante le sofferenze per amore. La riflessione si sposta sulle quattro manie definite da Platone, legate a Eros, Apollo, Dionisio e le Muse. Si presenta Enea, leggendo alcuni passi tratti dall’Iliade e citando Virgilio, una riflessione che vede l’eroe profugo di una guerra ingiusta attraversare il mediterraneo per donare nobili origini alla civiltà Romana. Lo spettacolo si chiude con una breve discussione sulla figura di Ulisse/Odisseo, l’avventuriero furbo e bugiardo citando passi dell’Odissea e la Divina Commedia di Dante Alighieri.

Lo spettacolo, realizzato in collaborazione con l'associazione culturale FMHerz, si ripeterà all’Auditorium RAI Sicilia il prossimo 8 giugno, in una versione arricchita con attori e musicisti.