IL SUD ON LINE MAGAZINE 57 - Il Sud On Line - 31 marzo 2019 - Page 29

divertimenti

Dal 28 marzo al 30 ottobre oltre 100 sculture dei piu' grandi artisti internazionali saranno in mostra nei locali dell'ex convento di San Francesco d'Assisi di Siracusa. L'esposizione, allestita appositamente per Siracusa, e' stata presentata il 27 marzo nel salone "Paolo Borsellino" del Palazzo di Citta' dal Sindaco Francesco Italia, dall'assessore alla Cultura Fabio Granata, dal presidente di Sicilia Musei Gianni Filippini e dal curatore Vincenzo Sanfo. La mostra "Ciclopica: la grande scultura internazionale Da Rodin a Giacometti", a cura di Vincenzo Sanfo, organizzata da Sicilia Musei in collaborazione con Diffusione Italia International Group, e' una grande panoramica sul concetto di scultura, attraverso quasi due secoli. Infatti, partendo dalla fine dell'800 si arriva sino ai nostri giorni. La partenza del percorso espositivo offre didatticamente, come anticipazione, le direzioni della scultura universale, con tre esempi che racchiudono le linee del percorso che inizia con una testa di Buddha in pietra del XVI secolo proveniente dalla Cina, una scultura ellenistica e un gruppo di antiche sculture africane utilizzate per maschere rituali. Questo a simboleggiare le tre direzioni della Cultura internazionale cioe' Africa, Asia ed Europa e come segnale delle fonti di ispirazione della scultura internazionale. Oltre pero' a un percorso di tipo geografico, con artisti provenienti da ogni parte del mondo, dagli Stati Uniti alla Cina, dal sud est asiatico all'Africa e dall'Europa al Canada e al Sud America, la mostra ha, tra le sue peculiarita', anche quella di rappresentare la varieta' dei materiali utilizzati dagli artisti.

Infatti, oltre ai tradizionali materiali, quali il marmo e il bronzo, ci saranno materiali inconsueti, come ad esempio la carta, la terracotta, il poliuretano, la plastica, la vetroresina e molti altri, a significare la ricchezza dell'ispirazione artistica dell'arte contemporanea e delle innumerevoli possibilita' che oggi sono offerte agli artisti del nostro tempo. A questi aspetti didattici si aggiunge l'elenco dei maestri presenti in mostra che e' lunghissimo e comprende quasi tutti i grandi, da Rodin, qui presente con un bozzetto dei "Borghesi di Calais", proveniente dai musei francesi, sino a due straordinari capolavori di Alberto Giacometti, passando per Marino Marini, Mimmo Paladino, Arman, Pablo Picasso, Asger Jorn, Luigi Mainolfi, Henry Moore e molti, molti altri. La mostra sara' aperta tutti i giorni dalle 10 alle 20.

Siracusa capitale

della scultura

riapre il parco di Cinecittà World arricchito con 6 aree a tema, 10 nuove attrazioni, 7 spettacoli al giorno, prezzi ridotti rispetto al 2016, ed "un fitto calendario di eventi pensati per divertire ed emozionare gli ospiti di ogni età". La passeggiata nel parco si snoda attraverso un nuovo percorso di visita nelle 6 aree a tema: mondi immersivi, separati da portali scenografici, con set e attrazioni dedicate ai grandi generi cinematografici. Cinecittà World, dove vivere avventure da Film, l'antica Roma, per tornare indietro nel tempo con la grande novità 2017 "Ben Hur", Spaceland, area del rinnovato coaster a tema spaziale "Altair", il mitico Far West, Adventure Land con il suo passaggio nella Foresta Indiana e Sognolabio, l'area dedicata ai più piccoli. 26 Attrazioni, di cui 10 novità 2017, liberamente ispirate a grandi Film come La Guerra dei Mondi, la citata Ben Hur, Harry Potter, The Ring, L'Esorcista, Inferno, Indiana Jones, The Aviator, U-571 attendono l'ospite oltre i cancelli per una giornata da Oscar! Sei nuovi spettacoli al giorno tra cui il pluripremiato "Inferno" si aggiungono a Gangs of Musical, il main show ballato e cantato dal vivo.

che ripercorre la storia dei film musicali più famosi della storia. Ridotti i prezzi dei biglietti, resi "open", cioè validi tutti i giorni: il pomeridiano a 12 Euro, il ridotto (fino a 10 anni e over 65) a 18, l'adulto a 24, l'abbonamento annuale o il Pacchetto 2 Giorni al Parco + Hotel entrambi a soli 39 Euro.

Le Universiadi

di Oliva

cinema

A.P.P.I., sarà possibile scoprire perché i dinosauri si sono estinti nonché comprendere la dinamica evolutiva adattamento/estinzione e la necessità di tenerne conto anche oggi nell’approccio dell’uomo verso la natura.

“Una mostra di tale portata non può che avere obiettivi ambiziosi” ha aggiunto Antonio Canu, Presidente di WWF Oasi. “Tra questi ci preme sottolineare il contatto dei bambini con l’Oasi WWF Cratere degli Astroni, un vero e proprio gioiello naturale a due passi dal centro della città. Sarà l’occasione per molti di loro di scoprire una realtà nuova di cui Napoli può vantarsi”.

La mostra è aperta il venerdì pomeriggio dalle 14,00 alle 18,30 (con chiusura della biglietteria alle 16,30). Il sabato, domenica e festivi dalle 9,00 alle 18,30 (con chiusura della biglietteria alle 16,30). Per gruppi e scolaresche è visitabile tutti i giorni ma è necessaria la prenotazione al numero 081/189 096 84.

Per Fabrizio Canonico, Direttore della Riserva Naturale Oasi WWF Cratere degli Astroni, “c’è da essere molto fieri di poter proporre una mostra del genere, alla quale teniamo molto per la sua importante proposta culturale e per l’ulteriore valorizzazione della Riserva. Come Oasi WWF Cratere degli Astroni abbiamo fortemente voluto questo evento: osservare dei dinosauri così realistici in un cratere vulcanico così selvaggio genera suggestioni davvero uniche”.

E tu, puoi sopravvivere a un’estinzione di massa?!

sport

Alla Mostra d’Oltremare, nel quartier generale di Napoli 2019, è stata presentata la campagna di reclutamento dei volontari per i Giochi universitari, che si svolgeranno dal 3 al 14 luglio. Testimonial d’oro, Patrizio Oliva, una delle leggende dello sport campano e italiano, olimpionico ai Giochi di Mosca 1980, che si è rivolto alla platea dei potenziali volontari, con l'orgoglio di chi sente di rappresentare un'intera regione: "È un'occasione unica per i giovani, un evento in cui poter mettere in pratica le proprie conoscenze in svariati settori, dal marketing all'accoglienza. Nella vita, come nello sport, non vince sempre chi ha più tecnica, ma chi sa metterla meglio in pratica".

"Fare il volontario alle Universiadi - assicura il coordinatore generale di Napoli 2019, Adam Sotiaridis - è un'esperienza che arricchisce il proprio curriculum e i cui benefici si dispiegano nel tempo”.

È il Commissario Gianluca Basile a entrare nel merito delle attività dei volontari: "Saranno impegnati in più settori, molti di loro lavoreranno a stretto contatto con l'organizzazione. Quelli forniti dalla Protezione Civile, circa 1500, saranno invece di supporto alle forze di polizia. A loro si aggiungeranno un migliaio di volontari dalle singole federazioni. Per tutti loro sarà una grande esperienza". Per inviare la propria candidatura occorre compilare il form sul sito ufficiale dell’Universiade, www.universiade2019.napoli.it.

“Anche mia figlia – conclude Patrizio Oliva - ha fatto domanda per partecipare come volontaria”.

arte