Il foglio dell'Umanitaria n° 1 - Page 26

-16- è che voi facciate e otteniate quel eh vi ho deLto. È ·un 1e che folgora vallO l ))lllit'b. dei re 'OH 1(' loro salite invettive. Ma qn sta dOlllla grl1lHl mirahile, que~ta, sant.a 0llero~a che carezzava f]agella va con lo Ate8!'lO ardor , non vole\'~" soltanto la redenzione dei llIiHcri dane soft'erenz e dn 11, priyazioni materiali: yoleva nuche la C\leva,zione di tnLti ai puri godiment.i dello pirito. Era perciò una illdefeHHa banditrice ,della diffusione della colt.urn l'l'IL il popolo. Colla eHK:! stessa, fornita €l'un' intellig(.'nza flcutn, agile, er~nJiliHHillla, ,Hlol'ava la vita d l p m!ieJ'o e le sue ereaziolli. E adorava, Hoprn tntto, l'art . ConoRcenze sciellt ificllO 'cllHuziolli artistiche ernll tesori ehe dov 'vallO, ~('('OlHlo lei, venir dischimli ni poveri vo]glli non 1110110 dei heni economici. Lasdaro uno stOlllflCO senza pane era un deliLto. Ma era delitto non minore lasciar senza ]1I(',e di scienr.a, d'arte Ul1a mente eh mosLra se di telHlel"'i nata· ralmente. All, con elle t l'l H'! P orto , con ch 8po(,1e tll furiosa. 1011(\l'('zza s'impa(ll'Oniva a volte di cel'ti poveri giovanetti in cui le era. ptll'HO cl'intrav dere 11n l'aggio di g nittlih, per fars ne b protettl'ic', la ['ivclatrice e per ('erCM' loro un ])l C lIate cho li aintaKse a disviluppal'e dalla s('oria della loro rozzez~a il luminoso cli:unaut che vi t:;i 1I'o",wa in volto! Tale e. senclo l'animo della Havizza, era naturale che hL Unil'M'sità Popolal'e sorgesHc (come sorse infatti) in ~mano per inizi, ti va, ~ma. ]j-'u lei che, eH~endosi nel 1900 trO\Tata a l->arigi ad ~t • ist l'e ad alcune lezioni date nella Università. Popolar

  • Ila i ,tituziono uv Rse vita qui pure. E ciò ch' 'Un voU , fu.