Il foglio dell'Umanitaria n° 1 - Page 2

il FOGLIO dell’Umanitaria 2 A ruota libera di Amos Nannini “Siamo una società Qui non voglio parlare di colpe, di catche ha dimenticato tiva amministrazione della res publica, l’esperienza del piangere, del patire: è la dei soliti furbetti del quar tierino… Ma globalizzazione dell’indifferenza”, ha le scene che abbiamo di fr onte mi dichiarato qualche mese fa Papa Bergo- lasciano a dir poco sbalordito: decine di glio, di fronte ad una situazione sociale quartieri popolari malandati, al limite a rischio, dove i più deboli sono messi in della decenza, con i muri scrostati e l’aginocchio, dove i diritti sono calpestati scensore in tilt da mesi; i ratti che scordalla mancanza di r egole certe, in una razzano in giar dino e nelle cantine; lo guerra tra po veri che sta div entando spaccio di stupefacenti alla luce del sole emergenza nazionale. e tanti anziani soli bar ricati Oltre a criticar e con in casa per non rischiar e di Cerca estrema durezza certe vedere la lor o abitazione questa immagine gerarchie ecclesiastiche occupata abusivamente in che tendono ad e vitare i un lampo… FOGLIO problemi, invece di scenTutto ciò mi lascia sbalor didigitale dere per strada, a fianco to ma anche rammaricato , e scopri nuovi della gente sg omenta, perché nel gir o di pochi contenuti nella disperata, senza speranza, decenni si è perso lo spirito versione online la presa di posizione del che un tempo aleggia va e Pontefice è netta, chiara, senza sfumatu- dovrebbe ancora oggi aleggiar e (anzi, re e non fa sconti a nessuno: “La man- regnare) in quartieri che dovevano rapcanza di etica nella vita pubblica fa male presentare il primo passo per il riscatto all’umanità intera: se calano gli interessi di sociale di tante famiglie: non solo di una banca è una tragedia, ma non è così milanesi, ma anche di meridionali e , se c’è gente che muore di fame”. oggi, di extracomunitari. Davanti alle par ole del Pa pa anche il Davanti a questa devastazione di ideali, mondo laico non può fare finta di nien- ripenso alla storia di quei quartieri di via te. Soprattutto davanti ad uno statu quo Solari e di viale Lombardia dove, nonoche mette i brividi. Ve li ricordate i ser- stante i sacrifici e i salti mor tali per far vizi tv di qualche anno fa quando le ban- quadrare il bilancio famigliar e, si viveva lieues parigine vennero messe a ferro e nello spirito del m utuo soccorso, ci si fuoco? Sembravano fatti lontani mille aiutava a vicenda, ci si dava una mano: miglia da noi, e invece le abbiamo viste non si chiedeva il diritto alla casa, ma si (e subìte) anche a Milano, a pochi chilo- credeva nel dovere del rispetto e della metri dal centro città: scene di guerri- legalità. glia urbana che al momento sembrano Insomma, alla “globalizzazione dell’indifessere terminate, ma che danno il polso ferenza” si opponeva la globalizzazione di una situazione che sta div entando del buon vicinato, o, per noi dell’Umaniinsostenibile. A tutti i livelli. taria, della solidarietà. ACCADEVA IERI Focus on Tre vincitori e sette menzionati: un bilancio del XXIV Concorso Nazionale Musicale 4 Sotto i riflettori Pane, trucco artistico e tanto altro ancora: la formazione professionale in Umanitaria 5 L’isola del libro Il fattore H. Ricordi e testimonianze di vent’anni Humaniter 7 Notizie dalle sedi Cinema, corsi e attività 8 il FOGLIO Umanitaria dell’ anno XXI n° 1 2015 QUADRIMESTRALE DELLA SOCIETÀ UMANITARIA FONDATA A MILANO NEL 1893 Direttore responsabile Piero Amos Nannini In redazione: Claudio A. Colombo, Francesca Di Cera Maria Helena Polidoro, Daniele Vola Progetto grafico di Francesco Oppi Chiuso in redazione il 15 dicembre 2014 Stampa: Iacchettistampa, Milano Tiratura: 3.500 copie Editore, direzione e amministrazione Società Umanitaria Via Daverio 7 - 20122 Milano Per comunicare con la Redazione: tel. 02 5796831 - ilfoglio@umanitaria.it Unico concessionario per la pubblicità è: Coop. RACCOLTO Cascina Guado, 1 - 20020 Robecchetto con Induno (MI) tel. 0331 875337 - raccolto@raccolto.org Progetto editoriale di Daniele Oppi DISTRIBUZIONE GRATUITA Da questo numero il Foglio diventa quadrimestrale, ma la versione digitale si arricchisce ogni mese di aggiornamenti e servizi multimediali. In copertina: “un ladruncolo milanese” (1910). La foto verrà inserita nel volume dedicato all’opera di Alessandrina Ravizza di cui parliamo a pag. 10. 1965 “Il nostro è oggi ancora un cantiere in cui si lavora con spirito aperto alle esigenze nuove di una storia intensa, di una civiltà in cammino verso l’affermazione di una più alta dignità umana. La consapevolezza di muoverci lunga una strada retta e feconda ci conforta di fronte alle difficoltà da superare; mitiga anche in qualche modo, ma non spegne, la nostra INDICE impazienza di fronte ai molti problemi, ai molti temi di studio, alle infinite esigenze che urgono e che ci sentiamo pronti ad affrontare, capaci di affrontare, seguendo la tradizione più caratteristica dell’ente data dal felice mazziniano connubio di pensiero ed azione; ed insieme ci spinge al lavoro, ci impone una attività senza sosta, senza riposo”. Riccardo Bauer durate la visita in Umanitaria di Giuseppe Saragat nel 1964. 5XMILLE 2015 CODICE FISCALE 010 763 00 159 CULTURA E FORMAZIONE MIGLIORANO LA NOSTRA