Il foglio dell'Umanitaria n° 1 - Page 10

il FOGLIO dell’Umanitaria 10 www.umanitaria.it Seguici su notizieflash a cura di Claudio A. Colombo Daniele Vola photo di Daniele Vola, Franz della Valle, Christian Carta, valtellinanews.it CERCASI SPONSOR ILLUMINATO PER UNA MOSTRA DOCUMENTARIA CHE PARLA DI QUANTO L‘UMANITARIA HA FATTO PER L’ITALIA “Una mostra illuminante che ci ha immerso nella storia e nell’impegno sociale di una Umanitaria che ha interpretato le difficoltà del tempo e anticipato soluzioni attraverso istruzione e lavoro” • “Grazie all’esposizione mi sembra di esser tornato bambino” • “Con questa mostra ci troviamo nel passato e vediamo il futuro. Grazie” • “Lavoro e dignità: cambiano i tempi, ma i problemi sono sempre attuali” • “Quante lotte, quanti sogni, quante speranze… quanta voglia di riscatto!”. Ecco alcune delle riflessioni scritte a caldo dai visitatori della mostra itinerante Pionieri di arditezze sociali/Come eravamo che – dopo la sperimentazione della scorsa primavera nell’Alto Milanese – ha raggiunto quota sei ta ppe, proseguendo il suo iter lombardo nelle sedi di Vailate,Tirano e Sondrio (storiche località in cui la presenza del nostro Ente si è fatta sentire sin dall’inizio del ‘900). Il valore dell’iniziativa risiede non solo nell’essere riusciti a riscuotere il placet di tutte le amministrazioni com unali coinvolte, ma anche e soprattutto nell’aver suscitato l’interesse delle scuole del territorio, per far sì che pr oprio i giovani fossero tra i maggiori fruitori dei contenuti del progetto. La curiosità dimostrata da par te degli studenti del Liceo “G. Piazzi - C . Lena Perpenti” di Sondrio e dell’Istituto Superiore “Pinchetti” di Tirano e la voglia di conoscere e comprendere le tematiche trattate (tra cui la conferenza su Pier o C alamandrei e il suo discorso in dif esa della C ostituzione , che ormai è diventato il trait d’union tra le linee-guida dell’Umanitaria e principi della nostra Car ta costituzionale) è stata tale da trasformarsi in collaborazione attiva per la buona riuscita della manifestazione: da qui il nostro ringraziamento particolare a Davide Barella, Marco Timese, Sveva Cariboni e Claudia De Bernardi che si sono offerti per illustrare i conten uti della mostra ai visitatori (supportati dai volontari dell’AUSER di Sondrio e dell’UNITRE di Tirano), senza dimenticare il pr ecedente impegno dei lor o “colleghi” C hiara Andreatta e Da vide Gianella, allievi dell’Istituto Superior e “Torno” di C astano Primo che , all’interno del progetto Alternanza Scuola-Lavoro, hanno svolto in giugno uno stage presso l’Archivio Storico dell’Umanitaria, contribuendo alla ricer ca della documentazione messa in mostra inerente alle tappe valtellinesi. Prendiamo in pr estito uno dei tanti commenti alla mostra: “Conoscere il passato aiuta a conoscere il presente e migliorare il futuro. Noi siamo la storia