I PIACERI DELLA VITE NUMERO 5 - DICEMBRE 2017 - Page 94

L’UNA " VERMENTINO IGT MAREMMA TOSCANA - POGGIO LA LUNA IL VINO: il colore luminoso esprime subito tutta la forza e la vitalità di questo vermentino dai profumi pieni ed intensi, con freschi sentori freschi di mela verde, leggere note floreali e un sottofondo di note erbacee perfettamente integrato. Coerente in bocca, con una buona freschezza e gradevoli sfumature minerali lievemente salmastre ci accompagnano verso un finale particolarmente lungo. CONSIGLIATO PERCHE' : solo applausi per Poggio La Luna, che è riuscita a racchiudere tutta la bontà e la bellezza della maremma in una bottiglia di Vermentino, grazie a tanti piccoli particolari gestiti con maniacale attenzione, sia in vigna che in cantina. Le uve raccolte a mano, selezionate e conservate con ghiaccio secco prima e durante la pressatura, l’utilizzo di lieviti indigeni, i frequenti batonnage e i bassissimi dosaggi di solforosa, donano alle nostre papille gustative un vino pulito, profumato e, cosa che non guasta, anche sano. " ARCADIA” MANZONI BIANCO IGT - COLETTI CONTI IL VINO: riuscitissimo incrocio di Riesling Renato e Pinot Bianco, questo Manzoni Bianco è un vino cristallino dalla tonalità giallo paglierino con riverberi dorati. Versato non troppo fresco schiude presto al naso con tutta la sua aromaticità, fatta di fresche note erbacee, ed agrumate e frutti tropicali maturi. In bocca, l’avvolgente grassezza è controbilanciata dalla grande freschezza, rendendo la beva impattante, densa e molto persistente. CONSIGLIATO PERCHE' : l’Arcadia è un’interpretazione davvero unica del Manzoni Bianco che Anton Maria Coletti Conti ha impiantato nel basso Lazio su un terreno di origine vulcanica facendolo letteralmente esplodere. Perché questo è un nettare strutturato, esuberante, vitale, intenso, sapido e con una spalla acida importante che ben sostiene l’importante alcoolicità, regalando emozioni quasi sconosciute per un vino bianco. " MOFETE ” ETNA ROSATO DOC - PALMENTO COSTANZO IL VINO: una selezione di uve di solo Nerello Mascalese coltivato ad alberello e non più di 24 ore di permanenza sulle bucce sono sufficienti al Mofete per esibire un luminosissimo ed elegante color rosa antico. Un nettare esplosivo che si palesa al naso come un prezioso mosaico di fragranze floreali, erbacee e fruttate perfettamente incastonate tra loro. Fine ed elegante, scivola piacevolmente in bocca ad ogni sorso, sostenuto dalla giusta acidità e arricchito da una mineralità presente ma mai troppo eccessiva. CONSIGLIATO PERCHE': dalla zona di Passopisciaro, ad quota di oltre 700 metri sul livello del mare, Palmento Costanzo ci regala questo intenso e freschissimo rosato, che non fa rimpiangere i più celebrati rossi del grande vulcano. Un vino che è solo l’ennesima conferma di quanto di più entusiastico sia già stato detto su questo terroir, così munifico nei confronti della viticoltura. " CAGNULARI " ISOLA DEI NURAGHI IGT - TENUTE DELOGU IL VINO: piacevole già dal colore, un rosso intenso ma limpido, si apre al naso in tutta la sua franchezza alternando sentori di confettura, frutto maturo a sensazioni balsamiche e speziate. E poi ancora liquirizia, alloro, mirto, rosmarino e una leggera nota boisé. Il sorso è pieno e coerente con quanto anticipato al naso e il prolungato finale richiama nuovamente le note mediterranee. CONSIGLIATO PERCHE' : il Cagnulari di Tenute Delogu è un lungo viaggio sensoriale nelle campagne di Alghero, nelle quali ci trasporta si dal primo sorso con tutta la sua morbida raffinatezza. E’ un vino che si lascia bere con una semplicità disarmante, sorseggiato sia da solo, che in compagnia di carni al sangue e pecorini di media stagionatura. Finezza e complessità allo stato liquido. 94