I PIACERI DELLA VITE NUMERO 5 - DICEMBRE 2017 - Page 5

1 ANNO con “i Piaceri della Vite”! C on il 2017 ormai agli sgoccioli, ecco che, un po’ per tutti, arriva il momen- to di fare i bilanci dell’annata appena trascorsa. E in effetti è così anche per noi de “I Piaceri della Vite”, se non altro perché questo progetto è nato esattamen- te un anno fa e quindi, proprio in questi gior- ni, arriva a spegnere la sua prima candelina. Era infatti il Dicembre 2016 quando, prati- camente senza sapere se e quanto tutto ciò avrebbe avuto un seguito, pubblicammo il nostro Numero Zero, contenente l’esclusiva intervista a Bruno Vespa. Fu così che, con tanta buona volontà e un pizzico di sana inco- scienza, iniziò questa bella avventura del pri- mo DigiMag gratuito dedicato al mondo del vino italiano. Da allora, dati alla mano, “I Piaceri della Vite” ha visto crescere rapi- damente consensi e gradimento non soltanto nei più accaniti enoappassionati, ma anche negli stessi Produttori, forse perché, proprio come il vino, questa rivista si affina e miglio- ra con il passare del tempo. Ed il merito di tutto questo è anche dei tanti amici e collabo- ratori che, un po’ da tutta la penisola, stanno mettendo a disposizione sé stessi e la propria passione per condividere con tutti noi le loro più belle esperienze di vita ma soprattutto di vite. Questa voglia di condivisione, così libe- ra e spontanea, è sicuramente la più bella vit- toria fatta registrare da questa prima “annata” della rivista. Tuttavia questa è solo una delle tantissime soddisfazioni, alcune quasi inspe- rate, che “iPdV” ci ha elargito in questi primi 12 mesi di vita, permettendoci di arrivare fino a qui, a questa sesta pubblicazione che vi an- diamo immediatamente a presentare. La co- pertina non poteva che ritrarre in primo piano quello che è il principale protagonista di tutto ciò che questa rivista, da un anno a questa ooo Federico Dini, classe ‘76, da sempre grande enoappassionato, fonda nel 2008 l’Associazione di promozione enogastronomica “Triclinium” che presiede fino al 2014. Ideatore e della rassegna nazionale “Wine Day” e organizzatore di numerosi altri eventi e format enogastronomici. parte, cerca di raccontare e rappresentare. Trattasi, come avrete già visto di un calice di vino. Non un vino qualsiasi, ma un vino che ci sta particolarmente a cuore, un vino con il quale siamo cresciuti in tutti i sensi: parliamo del Cesanese, che abbiamo voluto porre alla vostra attenzione dandovi un piccolo assaggio di quello che il suo areale di produzione può regalare ai vostri occhi e alle vostre papille gustative. Toscana e Sicilia monopolizzano invece la rubrica “VeniVidiVini”: vi racconteremo le cantine sotterranee di Mon-tepulciano, ma anche dei vini sostenibili di “Podere di Po- maio”, per poi spostarci nell’estremo lembo nord della Sicilia, per scoprire, attraverso la penna di Giuseppe Caprì, i vini della provin- cia di Messina. Si prosegue con “Sorsi di Eccellenza” il no- stro viaggio sensoriale all’interno delle pro- duzioni che negli ultimi mesi hanno lasciato il segno sui nostri palati: si parte dal Maturano di Danilo Scenna, miglior bianco di “ Auto- chtona 2017”, passando per il Pugnitello, raro vitigno toscano, e poi concludere con “ Anti- qvis”, un “fine-pasto” davvero sorprendente. Continuando a “sfogliare” troverete la nostra consueta intervista in esclusiva: ben 7 pagine ricche di tanti spunti interessanti sono il risultato della nostra bella chiacchierata con il bravo Francesco Saverio Russo, più che un blogger, un vero e proprio enogastronauta che ha fatto della sua grande passione un proto- collo quotidiano da condividere con tutti noi. Infine, nell’articolo “La Vite in diretta” trove- rete un’ampia presentazione della bella realtà di Wine Tv che, per chi ancora non lo cono- scesse, è il primo e unico canale tematico italiano dedicato al mondo del vino. Federico Dini & Andrea Vellone Andrea Vellone, 44 anni. 20 anni di Marketing, comunicazione, grafica, design nei più disparati campi: elettrodomestici, banche, compagnie aeree, Internet Company. Almeno fin quando non decide di dedicarsi unicamente a quella che è la sua passione di sempre....il vino!