I PIACERI DELLA VITE NUMERO 5 - DICEMBRE 2017 - Page 35

della commercializzazione. Il colore è un rubino brillante e il naso è ricco di frutta rossa matura, nota di fiori e spe- ziature di pepe. In bocca è estremamente bevibile ed è fedele a quanto avvertito al naso, equilibrio tra i tannini fini e la carnosità del frutto. Mostra una spiccata acidità che assicura un buon invecchiamento. Buona persistenza. Una bottiglia da tenere lì buona per qualche tempo e da stappare quando si vuole richiamare il ricordo di questo incantevole scenario. Magari in abbinamento a un buon piat- to della cucina Messinese come il fal- somagro al ragù le melanzanine ripie- ne o le braciole messinesi. Prima di riprendere il nostro viaggio ringraziamo Gianfranco per l’ospitalità e per il coraggio che dimostra portan- do avanti un progetto in cui convivono in armonia tradizione e innovazione; che ha scelto di valorizzare il territorio e i vitigni autoctoni con grande rispetto e senza manipolazioni. Questa è anche cultura… CANTINA CAMBRIA Oggi la Cantina CAMBRIA incarna quanto di più importante ci possa es- sere, dal punto di vista di tradizioni e storia. Nata nel 1864 a Furnari, un piccolo villaggio nel Nord-Est della Sicilia, quando Matteo Cambria decide di commercializzare le prime 100 botti- glie avute da un eccesso di produzione del vino destinato al consumo di casa. La storia della Cantina ci viene raccon- tata appassionatamente dalla nostra guida Nancy Astone, direttore com- merciale e moglie di Nino Cambria, che insieme al fratello Franco dal 1985 guidano l’azienda sulla linea della qua- lità e della valorizzazione delle tipicità del territorio. E il territorio di Furnari risulta perfetto per la coltivazione dell’uva, perché le sue colline ricevono le brezze marine che arrivano dal gol- fo di Patti, racchiuso da una parte dal promontorio su cui sorgeva la città greco-romana di Tindarys (l’attuale Tindari) e dall’altro da capo Milazzo. Di fronte le isole Eolie e alle spalle la ….. I vigneti di Cambria Vini a Furnari (ME): questo territorio beneficia di un contesto pedoclimatico ottimale per la crescita in salute della vite, poiché regolato da una buona ventilazione in quanto esposto a Nord e protetto dalle intemperie grazie all’abbraccio dei monti Tindari Nebrodi. 44 35