I PIACERI DELLA VITE NUMERO 3 - LUGLIO 2017 - Page 89

“ ZERO ” FRANCIACORTA DOCG PAS DOSE’ - LA FIORITA IL VINO: chardonnay, pinot nero e 24 mesi sui lieviti per questo “dosaggio zero” con residuo zuccherino di appena 1,5 grammi/litro. Nel nostro calice si presenta cristallino, con una spuma intensa e un bel colore giallo paglierino tenue. Le leggere note di crosta di pane iniziali, lasciano poi il campo olfattivo a spiccati sentori agrumati, erbacei e speziati e alla gradevole nota di mandorla amara nell’appagante chiusura . CONSIGLIATO PERCHE': l’azienda creata nel 1973 da Paolo Bono nasce molto tempo prima della moda delle bollicine, tant’è che attualmente rappresenta una delle realtà più autentiche del territorio franciacortino, non solo per l’impostazione produttiva ancora legata a piccoli volumi, ma anche per i picchi qualitativi raggiunti dall’intera gamma, di cui questo dosaggio zero rappresenta, a parere di chi scrive, la massima espressione. “ BRUT 1907 ” TRENTO DOC RISERVA - CANTINA D’ISERA IL VINO: un elegante blanc de blanc da uva Chardonnay in purezza, che dopo almeno 38 mesi trascorsi sui lieviti, si presenta nel calice in tutta la sua gradevole freschezza. Caratterizzato da un bel giallo dorato, supportato da un filo di bolle finissime e continue, esprime al naso un equilibrato alternarsi di sensazioni olfattive pulite e delicate, che spaziano tra profumi di fiori di campo e frutti gialli maturi. Un vino pensato per essere presente a tavola a tutto pasto, accompagnando anche piatti elaborati. CONSIGLIATO PERCHE': nata nel 1907 ai tempi dell’Impero Asburgico e oggi moderna cantina sociale con oltre 200 ettari divisi tra circa 150 soci, la Cantina D’Isera è la palese dimostrazione di come attualmente in Trentino sia possibile ottenere qualità priva di compromessi, contenendo comunque i prezzi. E il Brut Riserva è solo la punta di diamante di una gamma che per intero rispetta a pieno tale filosofia produttiva. " MILLEDI’ " FRANCIACORTA DOCG - FERGHETTINA IL VINO: grappoli selezionati accuratamente, lavorazione con metodo classico e almeno 36 mesi sui lieviti donano a questa cuveè un foggia cristallina e un perlage sottile e seducente. Concede sentori di limone, pompelmo e pesca bianca e un nitido sottofondo di crosta di pane completa l’ampio bouquet. L’assaggio è intrigante e strutturato, con freschezza e mineralità ben espresse e un finale piacevole e particolarmente lungo. Imbattibile con un risotto alle ostriche. CONSIGLIATO PERCHE' : l’esclusiva e prestigiosa bottiglia piramidale, che un po’ ricorda la confezione di un profumo, mette subito ben in vista lo stupendo giallo dorato di questo chardonnay 100% e lascia quasi presagire le raffinate fragranze che consegnerà all’olfatto appena aperta. Non solo eleganza finissima da ostentare nella vetrina della nostra cantinetta, ma anche tanta sostanza di cui godere copiosamente nel bicchiere. 89