I PIACERI DELLA VITE NUMERO 3 - LUGLIO 2017 - Page 8

Reportage >> Grande successo per la nona edizione della nostra rassegna enologica per enoappassionati ed operatori del settore di tutto il centro Italia, andata in scena il 7 e 8 Maggio scorso a Patrica (FR). Questo è il nostro racconto dedicato a chi c’era e anche a chi non è potuto esserci... uesta è la nostra recensio- ne. Di solito non sono gli stessi organizzatori a stila- re le valutazioni finali di un qualsiasi evento o rasse- gna, ma questa volta vo- gliamo essere direttamente noi a con- dividere le nostre impressioni. Eviden- temente sarà un giudizio di parte, ma lo abbiamo premesso, quindi non ce ne vorrete. Innanzitutto, lasciatecelo dire, è stata una nona edizione di WineDay che ci ha soddisfatto particolarmente. Per ritenerci appagati ci sarebbe ba- stato aver centrato anche solo uno degli obiettivi che ci eravamo prefissa- ti, ma in realtà siamo andati anche oltre le nostre più rosee aspettative. Quest’anno abbiamo avuto il piacere di ospitare oltre 90 espositori (un piccolo record per WineDay ), con un catalogo 8 prodotti che abbracciava praticamente tutta l’Italia enologica, isole comprese. Aziende affermate a livello internazio- nale affiancavano cantine emergenti e piccoli vignaioli, dividendosi lo stesso banco d’assaggio con pari dignità e vi- sibilità. Il tutto in un contesto elegante ma rilassato, dove ogni produttore ha potuto liberamente condividere il pro- prio lavoro, i propri prodotti e la pro- pria passione, con tanti colleghi, colla- boratori, amici e clienti. Questo è stato e continuerà ad essere il WineDay che piace a noi. La grande degustazione libera . Il consueto incontro tra Produttore ed enoappassionati durante la degusta- zione libera della domenica, per quan- to ci riguarda, è stato e resterà sem- pre, il momento topico della rassegna.