I PIACERI DELLA VITE NUMERO 3 - LUGLIO 2017 - Page 66

L’Etna è un vulcano gentile e generoso. Soprattutto nei confronti di una vitivinicoltura di qualità... mente evocativi, in cui le vigne, si incastonano tra splendidi terrazzamenti con muri a secco di pietra lavica che vanno oltre la semplice funzione di contenimento del terreno e diventano elemento stesso del contesto naturale, culturale e storico. Perché poi, alla fine, l’Etna è un vulcano gentile e generoso. Soprattutto nei confronti di una vitivinicoltura di qualità. La composizione dei suoli di origine vulcanica, infatti, conferisce ai vini, sia bianchi che rossi, quella caratteristica mineralità e struttura, conosciuta e apprezzata ormai in tutto il mondo. Oltretutto, questo è un territorio con talmente tanta variabilità da zona a zona, che si è reso necessario inserire in etichetta anche il nome della “contrada” di provenienza: questi sono areali ben definiti per caratteristiche di esposizione, altitudine e tipologia di suolo che marcano profondamente i vini, conferendo loro un’inconfondibile matrice organolettica. Sono ben 133 le contrade dell’Etna Doc, che ovviamente per motivi di spazio non potremo nominare tutte. Ci limiteremo a dire che 46 di queste sono comprese nel territorio di Castiglione di Sicilia, 10 a Linguaglossa, 8 a Milo, 25 nel Comune di Randazzo, 9 a Viagrande e altrettante a Tre Castagni, 5 a Biancavilla, 20 a Zafferana e infine 1 nel Comune di Santa Maria di Licodia. Da una terra così non possono non nascere grandi vini e in queste pagine, per farvi vedere dove questi vini nascono, abbiamo scelto due cantine opposte per filosofia ma unite dalla grande qualità. Peter Wiegner e Al-Cantàra. Il primo è un Signore di origini Prussiane che “ha scelto la muntagna”, mentre Pucci Giuffrida, primo attore di Al-Cantàra, sulla “muntagna” c’è nato. Da un lato abbiamo un concetto di Etna come “incubatore” di meraviglia, dall’- altro il vulcano diventa identità territoriale pura. In entrambi i casi i paesaggi sono nel vino, digeriti dal vino, scolpiti nei profumi e sapori del vino... 66 65 eroso. n e g e e il t n e g lcano L’Etna è un vu ei confronti Soprattutto n oltura di qualità... di una vitivinic mente evocativi, in cui le vigne, si inca- stonano tra splendidi terrazzamenti con muri a secco di pietra lavica che vanno oltre la semplice funzione di contenimento del terreno e diventano elemento stesso del contesto natura- le, culturale e storico. Perché poi, alla fine, l’Etna è un vulcano gentile e generoso. Soprattutto nei confronti di una vitivinicoltura di qualità. La com- ^[ۙHZH[HHܚY[H[[XK[]Kۙ\\HZH[KXHX[BHK]Y[H\]\\XHZ[\KB]0H]\Kۛ]]HH\^KBHܛXZH[][[ۙˈ]]]Y\0[\]ܚ[ۈ[Y[B[H\XX[]0HۘHHۘKHB\X\\[[\\H[]X]B[H[YH[H8'۝Yx'HHB[Y[N]Y\Hۛ\X[H[YKB]H\\]\\XHH\^[ۙK[]Y[HH\XHH[BX\[ٛۙ[Y[HH[KۙKB[ܛ[&Z[ۙۙX[HX]XBܙ[]XKۛ[ LH۝KBH[8&Q]HHݝX[Y[H\[]HH^[ۈ[[Z[KBH]KH[Z]\[[H\HH B]Y\Hۛ\\H[\]ܚ[B\Y[ۙHHX[XK LH[XYKHZ[ H[][HH[^BHXYܘ[HH[][HHH\KBۚK HHX[][K HY\[HB[[H H[][HH[HX\XHBXXKH[H\HۈۛۈKB\Hܘ[H[HH[]Y\HY[K\\HY\HݙH]Y\H[HKBۛXX[[[YH[[H BH\[ٚXHXH[]H[Bܘ[H]X[]0 ]\YYۙ\H[ P[0K[[[°[YۛܙHHܚY[H\X[HB'H[H][YۘH8'KY[HXB]YYK[[]ܙHH[ P[0K[H8'][YۘH8'H&p]˂H[]XX[[[ۘ]H]BYH8'[X]ܙx'HHY\]YXK[8&KB[[[[][HY[]0\]BX[H\K[[[XHH\HHY\YBۛ[[Y\]H[[]BZHٝ[ZHH\ܚH[[ˋ