I PIACERI DELLA VITE NUMERO 3 - LUGLIO 2017 - Page 35

eleganza. Anche nelle etichette. Una linea dal design fascinoso e di forte rottura. Perché il cambiamento si noti anche prima di aprire la bottiglia. Un’altra grande interpretazione del Frascati Superiore DOGC viene da Eremo Tuscolano , che produce un'uni- ca etichetta da vigneti ubicati nei pres- si di un vecchio monastero nella parte più suggestiva del monte Tuscolano. Questo è un vino fortemente voluto da Mario Masini, nipote di Pietro Campilli , il ministro della Repubblica che volle la nascita della Doc Frascati nel 1966. Mario Masini , anch’egli deputato, si è battuto per l’ottenimento della DOCG e insieme ad Eremo Tuscolano ha profu- so tutte le sue energie per realizzare il vino simbolo di questa denominazione, concentrandosi unicamente su di esso e producendone poche bottiglie, ma con risultati eccezionali. Una bella sto- ria di passione che porta ad un ottimo prodotto ed è la prova provata che in quelle zone si può fare uno dei migliori vini d’Italia. Infine, dobbiamo fare i complimenti a Villa Simone di Monte Porzio Catone per il suo ottimo Cannellino di Frascati Doc 2009, vendemmia tardiva, vino ottenuto da uve grechetto e Malvasia (appena 1 Kg per pianta) pressate inte- re e fermentate in barrique. Seguono almeno 18 mesi di affinamento in le- gno e 6 in acciaio. Serve poi ancora un ulteriore semestre di riposo in bottiglia in grotta scavate nel tufo. Un nettare limpido e prezioso come l’oro che sfoggia nel nostro bicchiere, che ci ine- bria di profumi di miele, frutta gialla matura e frutta secca; in bocca eviden- zia un dolce molto gradevole, elegante e mai stucchevole. Un prodotto dav- vero interessante che, senza togliere nulla agli altri, al momento ci sembra essere la migliore espressione dell’e- nologia romana: non a caso, all’ultimo Vinitaly, l’annata 2014 (con la fascetta della DOCG al collo) ha ottenuto le 5 stelle con il punteggio di 90/100. ■ Per saperne di più: www.consorziofrascati.it 35 35