I PIACERI DELLA VITE NUMERO 3 - LUGLIO 2017 - Page 31

fascinazione alcuna. Eppure la DOC Questo è un territorio vocatissimo, Frascati è stata tra le prime quattro grazie a una fertile base di terreni vul- istituite in Italia nel ‘66, con la nascita canici, alla quale si unisce la presenza del consorzio originario che risale ad- dei due laghi di Albano e Nemi e del vi- dirittura al ’49. La DOCG Frascati Supe- cino Mar Tirreno a mitigare il clima. riore è invece solo del 2011, anche se è E se a tutto questo aggiungiamo mil- pur sempre stata la prima denomina- lenni di esperienza nella coltura della zione d’origine controllata e garantita vite e nella vinificazione, i risultati non di un vino bianco laziale. potrebbero che essere eccezionali. Ol- Le cause di questa contrastata realtà tretutto, a pochi km da qui, c’è la più odierna sono probabilmente moltepli- grande città italiana, tra l’altro attrat- ci: il grande successo degli anni ‘60 e tiva di milioni di turisti da tutto il mon- la vicinanza con il grande bacino di Ro- do ogni anno: se vogliamo solo per ma, ha portato i produttori a sfornare questi motivi qui dovrebbero nascere i milioni e milioni di bottiglie all’anno in vini più “ricchi” d’Italia. un territorio, peraltro, non vastissimo. Eppure qualcosa non sembra funzio- La produzione si è quindi concentrata nare al meglio. La reputazione dei vini soprattutto sulla quantità e sono nate Frascati non è certo ai massimi livelli aziende immense che acquistava- ed è anche molto difficile trovarne no generosamente le uve da nelle carte dei ristoranti, an- vignaioli che, a loro volta, che della stessa Capitale. non si preoccupavano Viene spesso definito più di tanto della bon- come un vino rozzo e tà del prodotto. Per- monocorde e, nono- ché tanto il Frascati stante l’illustre sto- si vendeva ovunque ria e la bellezza del i bacini idrici di chiara origine vulcanica e comunque. Preso territorio da cui pro- di Albano e di Nemi (nella foto), non sono soltanto la più grande risorsa idrica e da una tale velocità viene, non ingenera turistica del territorio dei Castelli Romani, stante la I laghi: ma rappresentano anche un elemento fondamentale per la formazione di condizioni microclimatiche ideali per la coltivazione della vite. 54 31