I PIACERI DELLA VITE NUMERO 3 - LUGLIO 2017 - Page 21

Il Vininternational: la vera scoperta Confessiamo che da quando nel 2014 è stato inserito nel Vinitaly questa in- trigante area espositiva non eravamo mai riusciti a farvi neppure una breve scappata. Persi nell’immensità di Padi- glioni infiniti, come quello del Piemon- te o della Toscana, spesso ci capitava di “sforare” clamorosamente con i tempi previsti dalla nostra “scaletta” e così, puntualmente, finivamo per man- care questa tappa. Ecco perché quest’anno siamo rimasti tanto favorevolmente colpiti quando, al quarto ed ultimo giorno della fiera, abbiamo finalmente varcato la soglia della tensostruttura che ospitava il Vininternational , un ampio spazio che riunisce tantissimi espositori esteri con ben 17 nazioni rappresentate in un’unica realtà davvero interessante. 18 E’ proprio qui, infatti, che dei fanatici “ supporters” del vino made in Italy come noi possono fare le scoperte più scioccanti. Ovviamente questo salone ospita anche spazi per incontri “ BtoB ” e un’area tasting per degustazioni ri- servate ai buyers, ma per il resto è possibile usufruire di tantissimi stand con assaggi liberi. Di fatto un’occasio- ne unica, almeno in Italia, per poter allargare (e di parecchio) i propri oriz- zonti enoici, attingendo in un sol colpo del meglio della produzione mondiale, con vini di Kosovo, Polonia, Francia, Georgia, Sud Africa, Stati Uniti, Russia, Spagna, Giappone, Croazia, Ungheria, Australia, Portogallo, Azerbaijan, Ar- gentina, Mosella e Uruguay . Un evento davvero imperdibile che, senza dubbio, nel cinquantaduesimo Vinitaly, sarà in cima alla lista dei nostri appuntamenti. 21