I PIACERI DELLA VITE NUMERO 3 - LUGLIO 2017 - Page 16

Reportage >> Conferme e scoperte nella nostra incursione alla cinquantunesima edizione di VINITALY, la più importante e longeva fiera del vino al mondo... d oltre due mesi di distan- za dalla sua conclusione sarebbe stucchevole oltre che inutile tirare giù l’en- nesimo bilancio di quella che è stata l’edizione n° 50+1 del Vini- taly. Su blog, social e siti di settore è stato già detto e letto di tutto. Non sono mancati commenti entusiastici, alcuni addirittura trionfalistici, né, tan- tomeno, si sono fatti attendere i soliti giudizi negativi aprioristici. Tutto è migliorabile, ovviamente, ma ormai è chiaro che la fiera enologica più grande ed importante al mondo si sia immessa inesorabilmente nella strada dell’altissima qualità. Permet- teteci quindi di dire soltanto che anche a noi questo Vinitaly é piaciuto. E pure tanto. Ma i motivi di tale appagamento risiedono essenzialmente nell’elevato 16 numero di belle persone e di grandi prodotti, con i quali abbiamo potuto interagire in appena 4 giorni. Alcuni di loro non avevano bisogno di presenta- zioni, altri invece sono state delle gra- ditissime scoperte... La Costiera di Ettore Sammarco Solo nel Padiglione della Campania avremmo potuto passarci una setti- mana senza accorgercene. Tante le aziende che abbiamo visitato, ma mol- te di più quelle con le quali non abbia- mo potuto soffermarci per motivi di tempo, ma che avrebbero meritato sin- golarmente una recensione. Fortunatamente siamo riusciti a non farci scappare Bartolo, figlio del fon- datore dell’azienda Ettore Sammarco, l’eroico Produttore di Ravello di cui già vi avevamo parlato nel numero scorso.