I PIACERI DELLA VITE - NUMERO 2 - APRILE 2017 - Page 83

Vivo negli States ormai da anni e mi occupo di promozione dei prodotti e dei vini italiani autentici . E ’ un lavoro che amo , che faccio con passione , la stessa che anima i nostri imprenditori nel settore alimentare o vinicolo nel dare vita a prodotti unici , rispettando la storia e la tradizione dei nostri territori . Ed è proprio per il fatto che c ’ è di mezzo la passione , risulta impossibile accettare gli scempi e i maldestri tentativi di imitazione che i nostri prodotti subiscono sul mercato americano . Ma non è solo una questione di cuore e di orgoglio ferito , è anche e soprattutto una questione di business . Alcuni dati per mettere in luce in modo immediato il nocciolo della questione : la vendita dei prodotti definiti “ italian
sounding ” ( alias falsi italiani ) ha generato nel 2016 un giro d ’ affari di 54 miliardi di euro , di cui il 45 % ( 24,3 miliardi ) in Nord America . Non solo : i falsi sul mercato vengono venduti a prezzi notevolmente più bassi degli originali , viziando quindi in modo pesante il mercato di settore . Per esempio il prezzo medio del famigerato Parmesan Cheese è del 38 % più basso rispetto al prezzo dell ’ originale Parmigiano Reggiano ; ma in alcuni casi la differenza di costo per il consumatore tra i prodotti originali e i ‘ fake ’ arriva addirittura all ’ 80 %. E per onorare il detto : “ oltre al danno , la beffa ”, tutto questo capita in un momento molto favorevole per l ’ export italiano verso gli Stati Uniti , dovuto alla forza del dollaro : nel 2016 le vendite di cibo italiano negli Usa sono cresciute del 22 %. Ma dopo quanto descritto , la domanda che sorge spontanea è : quale cibo italiano ? Quello autentico o quello prodotto altrove ma con il tricolore sull ’ etichetta ? Se prendiamo in considerazione i dati dell ’ Italian Trade Agency ( Istituto per il Commercio Estero ) negli U . S . A . notiamo che la crescita di volume d ’ affari per il comparto food & beverage italiano non arriva certo al + 22 % appena menzionato . Anzi , se il vino continua il trend positivo di esportazione in USA e segna un + 4.2 %, settori come gli insaccati ( molto colpiti dalle imitazioni
L ’ Asiago , l ’ ottimo formaggio tipico dell ’ Altipiano dei 7 Comuni tra Veneto e Trentino-Alto Adige , è un ’ altra delle vittime illustri dell ’ Italian sounding ...
83
Vivo negli States ormai da anni e mi occupo di promozione dei prodotti e dei vini italiani autentici. E’ un lavoro che amo, che faccio con passione, la stessa che anima i nostri imprenditori nel settore alimentare o vinicolo nel dare vita a prodotti unici, rispettando la storia e la tradizione dei nostri terri- tori. Ed è proprio per il fatto che c’è di mezzo la passione, risulta impossibile accettare gli scempi e i maldestri ten- tativi di imitazione che i nostri prodotti subiscono sul mercato americano. Ma non è solo una questione di cuore e di orgoglio ferito, è anche e soprattutto una questione di business. Alcuni dati per mettere in luce in modo immediato il nocciolo della questione: la vendita dei prodotti definiti “ italian sounding ” (alias falsi italiani) ha gene- rato nel 2016 un giro d’affari di 54 miliardi di euro, di cui il 45% (24,3 mi- liardi) in Nord America. Non ΈH[B[Y\][ۛ[]HH^B]Y[HpH\HYHܚY[[K^X[]Z[H[[\[H[Y\]H]ܙK\\[\[[^YY[[[ZY\]\YKB[Y\H0[ HpH\\] B[^[8&[ܚY[[H\ZYX[”YX[XH[[[H\HHY\[BHH\[ۜ[X]ܙHHBHܚY[[HHH8&Zx&H\]HYKB]\H[8&N KH\ۛܘ\H[]΂'H[[HYx'K]]Y\˜\]H[[[[]ܙ]BH\8&Y^ܝ][X[\H]B[]Kݝ][HܞH[\Έ[ MH[]HHX][X[YB\Hۛܙ\]]H[ KXHœ]X[\ܚ]HX[HH܋BH۝[XH0]X[HX][X[”]Y[]][X]Y[[ BݙHXHۈ[XܙH[8&Y]X]O”H[X[[[ۜY\^[ۙHH]B[8&H][X[YHY[H \]]\[[Y\[\\HYHKːKXKB[HHܙ\]HH[YH8&XY\B\[\\ ]\YH][XKBۈ\]H\[ ̌H\[BY[[ۘ]ˈ[KH[[۝[XH[[]]H\ܝ^[ۙH[TBHYۘH[ K]ܚHYHB[X]H []H[H[Z]^[ۚB8&P\XY8&[[[ܛXY[\X[8&P[\X[ZH ][BH[]H[[P[YYK[&X[H[H][YH[\B[8&R][X[[[ˋ