I PIACERI DELLA VITE - NUMERO 2 - APRILE 2017 - Page 78

WineoWine ci regala all’iscrizione un coupon di 30 euro, mentre con Svinan- do all’accesso si “vincono” 7 euro di sconto. Tornando al discorso spedizio- ni vediamo che, sia Tannico che Wine- oWine , inviano la merce gratuitamente a patto che si spendano almeno 89 eu- ro, mentre Svinando pone come condi- zione l’acquisto di almeno 6 bottiglie, a prescindere dal prezzo. Questo secondo noi, è un modello di vendita molto più emozionale, nel qua- le l’obbligo di iscrizione offre quasi l’impressione di entrare in un club pri- vato nel quale scovare “chicche”, per di più a prezzo scontato. Tuttavia, anche se molti di questi siti partono con delle ottime intenzioni, a volte, purtroppo, finiscono per confondere l’acquirente tra le infinite proposte e offerte. E’ un po’ un peccato, perché l’incentivo all’acquisto di vini poco conosciuti (comunque di eccellente qualità) non dovrebbe essere incentrato soltanto 78 sulla convenienza e sul prezzo in ge- nerale, ma dovrebbe riferirsi essen- zialmente alla preziosità e unicità di quel preciso prodotto. Entrare in un “club” privato dovrebbe creare nel “socio” l’aspettativa di poter accedere a qualcosa di esclusivo, imperdibile e, soprattutto, irripetibile. Oltretutto, se la possibilità di interazione con gli altri membri è anche scarsa, questo club potrebbe diventare rapidamente anche molto noioso. Altri luoghi virtuali dove si può com- prare vino sono i marketplace genera- listi. Parliamo di quelle megapiattafor- me commerciali come le ben note Amazon , ebay e Alibabà , il portalone cinese che, il 9 settembre scorso, in occasione della “giornata del vino”, ha venduto la bellezza di 100 milioni di bottiglie in un solo giorno. Su questi siti chiaramente si cerca il prezzo mi- gliore, anche se, a volte, cercando in profondità (specie su ebay ), si possono