I PIACERI DELLA VITE - NUMERO 2 - APRILE 2017 - Page 50

Ho recuperato questa storia ed ho sco- perto che in passato con il San Colom- bano si produceva un vino assai ap- prezzato nelle colline pisane; si tratta di un vitigno tuttora coltivato princi- palmente in provincia di Pisa, nei comuni di Peccioli, Lari, Terricciola e particolarmente adatto, dopo lungo appassimento, per la vinificazione del Vinsanto. Il connubio tra Trebbiano e San Colombano era perfetto per l’idea che avevo in testa: produrre un Vin- santo diverso che valorizzasse l’identi- tà del territorio e che fosse interprete originale di una storia e di un progetto di vita. Da allora ho fatto mie le parole di Giacomo Tachis che non si stanca mai di dire quanto sia meglio “vivere vicino a un albero che vicino a un pa- lazzo”. Grazie ai consigli dei suoi libri ed alla passione che mi ha seguito in questi anni, oggi sono il produttore di due Vinsanto: un Vinsanto del Chianti Doc ed un Occhio di Pernice Doc che lascio maturare per tre anni nei cara- telli e affinare per altri sette in vetro, alla maniera toscana. Pur assomigliandosi nel colore ambra scuro quasi mogano riescono a espri- mersi con delle diversità caratteriali proprie. Sono entrambi vini molto den- si, quindi ricchi di estratto e di zuccheri residui, con una presenza di alcool significativa ma non eccessiva. 50 Il profumo, all’inizio un po’ chiuso, di- venta poi molto intenso aprendosi ai profumi consueti della tipologia, quali marmellata, frutta secca, uva passa e biscotto anche a profumi più particola- ri, come nocino, sentori minerali, car- ruba, caffè e foglie di te essiccate, e una punta di tabacco. Armonia per l’occhio e per il naso. In bocca l’attacco è vellutato e dolce, molto morbido e denso, ed equilibrato da una bella fre- schezza. Il corpo è pieno, i sapori in- tensi, piacevoli e complessi. Sono vini di classe ed eleganza, con un ottimo equilibrio. Vini da meditazione, ma an- che da abbinare decisamente con piatti strutturati a base di fegato, formaggi caprini, formaggi stagionati e con dolci a base di pasta di mandorle. Vini diversi ma simili tra loro e autenti- ci come il panorama che ogni giorno vedo da Poggio Terralba, testimone di una cultura millenaria come quella vi- nicola, che affonda le proprie radici nel cuore della sensibilità della mia terra, le Colline Pisane”. Az. Agr. POGGIO TERRALBA Via Montegrappa 42 - 56028 San miniato (PI) info@poggioterralba.it www.poggioterralba.it