I PIACERI DELLA VITE - NUMERO 2 - APRILE 2017 - Page 36

scelte del Consorzio , sembri una geniale trovata di marketing , un modo elegante per differenziarsi ulteriormente dal mercato , visto che ormai “ Es ” e Gianfranco Fino vivono di luce propria e possono tranquillamente permettersi di slegarsi dal Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria . Ad altri invece , la tua scelta ha ingenerato reazioni molto positive , vedasi ad esempio la lettera di Walter Massa pubblicata sul blog cronachedigusto . it . A noi sembra di capire che la tua scelta , per quanto al momento possa apparire forte , quasi in controtendenza , potrà cambiare in meglio il mondo del vino italiano . Ma visto che adesso abbiamo la possibilità di chiederlo direttamente a te , puoi chiarirci meglio la vicenda e la tua posizione in merito ? E soprattutto , pensi di continuare questa battaglia , sempre che si possa definire tale ? << La mia non vuole essere assolutamente una battaglia . Anche perché per ben 12 anni ho rivendicato l ’ importanza di questa Denominazione , di cui sono sempre stato un convinto sostenitore . Se poi però ho maturato questa decisione , è perché nel corso del tempo ho visto nascere , da parte di chi gestisce la DOC , una linea di pensiero molto diversa dalla mia , dalla quale alla fine mi sono voluto chiamare fuori . E la mia è tutto tranne che una trovata di marketing , perché vi posso assicurare che è stata una decisione molto , molto sofferta , poiché comunque credevo , e credo ancora molto , nel potenziale di questo territorio . Semplicemente , alcune decisioni che sono state prese erano totalmente contrarie alla mia filosofia produttiva . Capisco che esistano realtà ed obiettivi diversi , ma io ho sperato fino all ’ ultimo che si potesse condividere e portare avanti un certo percorso di qualità . E invece così non è stato . Ripeto , è stata una decisione molto difficile , ma non credo di aver fatto qualcosa di strano . Del resto , in passato , anche altri importanti Produttori italiani hanno fatto scelte simili alla mia . Per anni con orgoglio ho portato in giro per il mondo il nome “ Primitivo di Manduria ”… ed è una cosa che potrei continuare a fare anche in futuro , qualora dall ’ altra parte ci fosse l ’ intenzione di rivedere determinate cose . Ad esempio è inconcepibile che l ’ imbottigliamento non avvenga nella zona di produzione .
Mi piacerebbe che il plusvalore generato dai sacrifici del vignaiolo rimanesse sempre nel territorio di appartenenza . In passato ci siamo dovuti spesso accontentare di un tozzo di pane , ma oggi , io e altri colleghi abbiamo dimostrato che il primitivo è un grande vino , al pari di altri vitigni molto più blasonati . E spero che in futuro ci possano essere tanti altri piccoli produttori e artigiani che siano in grado di mantenere in Puglia tutta la filiera . Questo significherebbe anche aumentare i valori fondiari del nostro territorio , come del resto è già avvenuto in passato in Toscana e in Piemonte . Bisogna creare redditività per chi vive e investe sul territorio , e non per chi viene qui a riempirsi la cisterna di vino , per poi imbottigliarserlo a casa propria ! >>
■ Un ultima domanda : puoi rivelarci almeno una delle tue prossime mosse in cantina ? Ad esempio , ci piacerebbe sapere , se e quando , potremo mai assaggiare un grande bianco firmato da Gianfranco Fino ? << In questo momento non abbiamo in programma di lavorare ad un bianco . Anche perché , a mio modestissimo parere , non ci sarebbero le condizioni per realizzare un grandissimo prodotto . In realtà , oggi tutti i nostri sforzi sono concentrati sul nostro spumante di negroamaro , l ’ altro grande autoctono del nostro territorio , vinificato con metodo classico . Un vino che nelle nostre intenzioni dovrebbe essere il prodotto giusto da accostare al pesce . Ecco perché , seppure attualmente venga prodotto in un numero limitato di bottiglie , stiamo puntando davvero molto su questa bollicina rosé , un vino che ci consentirà di poter affrontare un intero pranzo o un ’ intera cena utilizzando esclusivamente le cinque etichette della nostra gamma >>.
E noi , caro Gianfranco , non vediamo l ’ ora di essere invitati a quella tavola ■
INFO DI CONTATTO :
Gianfranco Fino - Viticoltore Via Piave 12 , Sava , Taranto
info @ gianfrancofino . it www . gianfrancofino . it
36