Fantascienza! 2015 - Page 30

Il miglior progetto di “stealth blimp” co me combinazione peso/potenza è il progetto “Night Rider”, o ltre ad avere forme molto spigolose, un telaio in vetroresina, vernici e materiali antiradar, è dipinto in colore nero, con un design che ricorda vagamente un dirigibile. E’ propulsa da bombole d’idrogeno ed ossigeno che tramite la tecnologia fuel-cell alimentano elettricamente i motori elettrici, avionica e sistemi di bordo. Non ha elio ma cassoni in vetroresina con del vuoto pneumatico generato da pompe elettriche per produrre la spinta di sollevamento. Silenziosa, priva di traccia sonora o termica, ha una ridotta traccia radar rispetto alla sua mo le che è assai più ridotta rispetto ai progetti “Boogie man”. L’airship è dotata di gondole con radar passivi e gondole ECM per la guerra elettronica, è capace di occultare quasi del tutto la sua presenza in un territorio montagnoso. Emette solo sporadiche radiofrequenze verso l’alto per comunicare con i vari canali di uplink dei satelliti in orbita, per l’interscambio in diretta di dat i, filmat i e suoni. Tutte le stealth blimp incluso la letale “Night rider” sono dotate di compartimenti con missili aria-aria a guida radar attiva, nonché missili infrarossi per difendersi da attacchi aerei. Dispositivi di chaffers e flares possono essere usati come classici strumenti di difesa contro missili nemici. Questi mezzi possono scaricare anche droni dal design esotico come i progetti propulsi da elica intubata denominat i “Flying saucer” oppure il “black knight”. Se occorre effettuare ricognizioni tattiche più capillari, dove i satelliti od operatori sul campo non possono andare, le “stealth blimp” entrano in gioco!. Ovviamente sono mezzi segreti e se esistessero non sarebbero mostrati direttamente ai media in una guerra moderna, semplicemente perché sono dispositivi costosissimi ed ovviamente 30