Fantascienza! 2015 - Page 20

distrutti. Ecco perché produssero moltissimi ICB M su gomma o su rotaia e molte MIRV/MARV per i loro sottomarini Tifone, i quali avrebbero potuto stravolgere l’equilibrio MAD in favore dell’URSS. Ma per fortuna la Coca-Cola, il rock & ro ll, i jeans riuscirono a fare ciò che Napoleone ed Hitler fallirono: conquistare la mente, il cuore e la pancia dei russi, per cui l’URSS implose pur avendo vinto la corsa agli armament i, dato che il suo popolo non voleva vivere di stenti, dietro la cortina di ferro. Così come gli ICBM erano missili lanciat i da terra, gli SLBM erano missili lanciat i dai sottomarini. I lanciatori balistici da mono-testata presero a diventare mult i-testata moltiplicando i veicoli di rientro con le testate atomiche MIRV/MARV, quest’ultime capaci di manovrare durante la fase di rientro balistico per evitare i missili anti-missile. Molto bravi sono i russi nell’accoppiare le funzionalità dei missili SAM ad alta quota, in lanciatori ibridi con funzioni antiaereo ed anti-missile: come gli S300 e loro successivi sviluppi. Furono invece dispositivi in parte realizzati ed in parte no, i progetti relativi ai Mult iple Kill Veichle che tramite l’energia cinetica (identica nei missili ASAT), miravano ad abbattere i veicoli nemici con le MIRV/MARV ancora a bordo, per abbattere le minacce nemiche durante la mid-course, prima che le testate nemiche si potessero sganciare ed iniz iare il rientro balistico in atmosfera, moltiplicando esponenzialmente le minacce per una difesa aerea. 20