Dance&Culture N°5/2015 - Page 42

pot, seppur una sede che offre tutte le necessità di cui una compagnia di danza ha bisogno, all’Opera, al centro della città. Vuole prove aperte. “Così come la gente frequenta i musei per ammirare opere compiute, allo stesso modo bisognerebbe permettere alla gente di toccare con mano la creazione nel momento del suo sviluppo. Riportare il pubblico alla danza”. Quando sale sul palco durante le prove, prima della seconda rappresentazione, i ragazzi gli si stringono intorno, lo ascoltano con attenzione, lui spiega, gesticola, mostra movimenti con allegria e autorevolezza. Scherza. I giovani ridono. Sembra proprio stiano bene insieme. Il gruppo ha trovato il suo affiatamento ed è un piacere starli a guardare. Poi il Maestro si volta e ci chiama sul palco insieme a loro per condivide- re quel momento. Non solo ci presenta, ci racconta, ci porta ad esempio di chi vuole costruire qualcosa con le sue forze e ci riesce con l’impegno, la testardaggine e il duro lavoro. Ci chiede persino di raccontare la nostra storia. E’ così che si chiude questo viaggio che ci ha portato ad assistere ad una bellissima nascita artistica, seduti in terra, tutti in circolo a parlare, ridere, scherzare e scattarci foto. Uno scambio di grandi emozioni con il desiderio che questo filo rosso che ci lega non si spezzi mai. A noi pubblico rimane il compito, doveroso privilegio, di saper dare la meritata attenzione a chi ha saputo raccogliere eredità consistenti ma che sta provando sulle proprie forze a saltare più in alto, come su un’altalena in cui la spinta più forte possiamo darla noi spettatori. THE PRIMATE TRILOGY Da destra a sinistra in prima fila: Ulysse Zangs, Barbora Kubátová, Emilie Nguyen, Michael Joshua Tucker, Angela Testa (redazione D&C), il direttore artistico Jacopo Godani, Monica Ratti (editrice D&C), Iolanda Filipa Almeida, Rob Fordeyn In seconda fila: Claudia Phlips, Daphne Fernberger, Guillaume Quéau, Gustavo Gomes, Kristyna Nemeckova In terza fila: David Leonidas Thiel, Joel Small, Julian Nicosia, Luisa Sancho Escanero (coordinatrice artistica e rappresentante del direttore artistico), Nora Sitges-Sardà 42 27 e 28 Novembre 2015 - Festival International Madrid en Danza – Teatro del Canal - Madrid 1 e 2 Aprile 2016 - Belgrade Dance Festival –Belgrade, Sava Center | Novi Sad, Serbisches National Theater - Belgrado SYMPTOMS OF DEVELOPMENTS, prima mondiale 3 - 14 febbraio 2016 - Hellerau – European Center for the Arts – Dresda 25 febbraio - 12 marzo 2016 - Bockenheimer Depot, Francoforte www.dresdenfrankfurtdancecompany.com 43