Confluenze Magazine Nt. 17 Speciale Febbraio 2015 - Page 75

tane dietro i sassi che emergono dalle limpide acque, potrebbe riservare piacevolissime sorprese. Superato questo primo tratto, il fiume diventa più tranquillo e splendido per la pesca a mosca, specie per la secca che qui trova il suo habitat più ideale. Lunghe e larghe piane favoriscono questa pesca, spesso di ricerca, con mosche da caccia e terrestrial molto adescanti nei mesi estivi. Il fiume è sempre molto ampio e le sponde facilmente accessibili, scorre tra i prati e le acque piuttosto calme e solitamente trasparenti, nascondo bei pesci. Fario, iridee, salmerini e qualche temolo sono presenti in uno dei più bei tratti di questo Schwarzach. La riserva termina nei pressi del ponte della segheria a monte di St.Jakpb dopo quasi 7 kilometri. Confluenze 75