Confluenze Magazine Nt. 17 Numero 19 2016 - Page 97

mo rendono la salita faticosa ma unica. Dopo circa 3 ore e mezza di salita raggiungiamo finalmente il rifugio Barbustel che sovrasta lo stupendo lago Bianco. Un coloratissimo tramonto e la cena al rifugio segnano la fine di questa stancante giornata. Il secondo giorno inizia presto e dopo un’energetica colazione scendiamo al lago. Complice l’alta quota e la temperatura non proprio mite, noto totale assenza di schiuse. Per l’occasione rispolvero la mia fidata, piccola sedge che, nella prima buca, miete la sua prima vittima: un coloratissimo salmerino. Dopo qualche cattura decido di scendere alla beat 8, appena prima del Lago Bianco. Qui il paesaggio è stupendo e, guardando il torrente, si rimane estasiati dalla bellezza della natura incontaminata. Nell’azione di pesca non tralascio nessuna buca, correntino, pianoro o cascatella che mi trovo davanti sapendo che gli abitanti di queste acque sono ben nascosti ma disponibili a salire su un’imitazione ben presentata. Le catture si susseguono numerose anche utilizzando delle ninfe per sondare le profonde buche ai piedi delle cascate. Una giornata di pesca indimenticabile che mi ha permesso di mettere alla prova le mie doti di mimetismo, di avvicinamento alle zone di 97 Confluenze