Confluenze Magazine Nt. 17 Numero 19 2016 - Page 56

quando questi piccoli fiumi si ingrossano per effetto delle copiose piogge. Subito dopo però vanno in asciutta, risultando di scarso interesse alieutico. Ecco perché la pesca al salmone atlantico è prevalentemente esercitata nei laghi e in alcune baie marine. Il periodo più adatto per visitare le Fær Øer va in generale da giugno a settembre, quando il clima è più mite ed è possibile fruire di giornate con ben 20 ore di luce piena. Sono isole molto remote, con un ecosistema di acque interne unico e molto delicato. La scarsità di nutrienti nelle acque interne fa si che le trote fario e salmerini che popolano questi bacini crescano con lentezza, seppur risultando pesci molto combattivi una volta allamati. Non mancano però bacini in cui è possibile imbattersi in esemplari di taglia, superiori ai 50 cm. Opposta è invece la situazione in mare, dove le trote che popolano le baie crescono con forza e piuttosto rapidamente. Eccezion fatta per alcuni bacini dove è insidiabile il salmone atlantico, la pesca è praticamente gratuita ovunque, l’importante è rispettare l’ambiente e praticare il più possibile il catch & release, specie nelle acque interne. Questi non sono luoghi dove è possibile garantire catture copiose, ma sono certamente luoghi dove possono accadere cose eccezionali, come ad esempio agganciare potentis- 56 Confluenze