Confluenze Magazine Nt. 17 Numero 19 2016 - Page 28

rie. Il tratto è stato ben seminato, i punti di accesso a questo tratto sono pochi il torrente è abbastanza piccolo ma dà molte soddisfazioni, si usano sempre mosche da caccia o delle belle sommersone. Le schiuse sull’Oglio sono abbastanza costanti ed abbondanti, specialmente a inizio stagione, marzo-aprile, praticamente trovi tutte baetis. Può capitare di essere sul fiume vedere effimere che scendono da tutte le parti e nessun pinnuto che se ne ciba, il fiume sembra deserto, capita il giorno che tutto l’Oglio è punteggiato da cerchi, da bollate e allora dai fondo alle tue scatole 28 Confluenze per trovare la misura e il colore giusto dell’imitazione da usare che va bene per un po’ e poi devi cambiare, cambiare. Nella parte finale del tratto di fiume della Val Camonica, prima che l’Oglio formi il Lago d’Iseo si può incappare in splendide lacustri che risalgono dal Lago anche per parecchi chilometri. La loro pesca necessiterebbe però di un articolo completamente dedicato per tecnica, attrezzatura e strategia. Come detto l’Oglio scorre in Valle Camonica, una delle più estese valli della Lombardia, infatti dal Passo del Tonale a Pisogne sul lago