Confluenze Magazine Nt. 17 n.02 anno 1 marzo 2013 - Page 37

Green Shining mente colorato da imporre l’utilizzo di colori ‘forti’, innescare insidie sul giallo/verde sarà quasi la norma, durante molte delle sessioni di pesca diurne. Le due mosche (sempre in versione tube fly) che seguono mi hanno regalato molte delle catture che ho effettuato su questo fiume. Queste sono la Green Highlander (in versione da me rivisitata) e la ‘mia’ Green Shining, sempre di dimensioni comprese tra i 5 ed i 10 centimetri. Per la pesca notturna l’utilizzo di mosche nere è un vero e proprio must sul Gaula. Sovente durante la notte si utilizzano delle mosche di dimensioni maggiori rispetto a quelle che si innescano durante il giorno. Questo espediente è finalizzato a mostrare al pesce una mosca che possa vedere bene, anche con situazioni di poca luce. Le mie due mosche preferite ‘da notte’ sono la Black Night e la Red Tag, sempre assemblate su tubetto tra i 5 ed i 10 centimetri. L’ultima insidia che sono a proporvi è una vera e propria mosca ‘all aruond’, da presentare appena sotto la superficie dell’acqua con delle lenze veloci. Tale insidia è la Sunray Shadow che può regalarvi un pesce in qualsiasi momento della giornata, specialmente quando l’acqua raggiunge e supera la temperatura di 10 – 12 gradi. Il mio primo salmone del Gaula è addirittura salito quasi a bollare su una Sunray Shadow, dopo appena un paio di secondi di passata. Questa insidia viene solitamente assemblata su tubetti leggeri (plastica) utilizzando dei colori di forte contrasto, come il bianco e il Black Night Red Tag Sunray Shadow 37 Confluenze Fresh