Confluenze Magazine Nt. 17 n.02 anno 1 marzo 2013 - Page 31

lità di trovare una soluzione di questo tipo non mancano, a patto di essere disposti a metter mano disinvoltamente al portafogli. Le acque pubbliche, intendendo con tale accezione quelle accessibili a tutti con permessi anche giornalieri, nel corso di questi anni, come già detto, sono diminuite sia in numero, sia in estensione. Tuttavia a Storen vi sono ancora tre diversi tratti di Gaula e del suo affluente Sokna, per complessivi 3,5 km, gestiti dalla SJFF (Storen Jeger og Fiskeforenig = associazione di cacciatori e di pescatori di Storen) ancora disponibili a tutti, con permessi giornalieri (24 ore), settimanali o stagionali. Analogamente anche a Rognes è ancora disponibile come acqua pubblica il tratto di Gaula di Aune Vald (permesso di pesca zona Aune), mentre nell’area di Singsas sono ancora pubblici un paio di tratti di fiume. Quindi, seppur ridotta drasticamente rispetto a una decina di anni or sono, anche adesso (situazione luglio 2012) vi è ancora la possibilità di accedere a questi tratti di acque pubbliche, tenendo tuttavia presente che vi sarà sempre parecchia altra gente con cui dovrete dividere le pool di pesca. 31 Confluenze Fresh