Confluenze Magazine Nt. 17 n.02 anno 1 marzo 2013 - Page 105

Un altro cliente sempre da noi per pescare iTrachinotus, mi mostra con soddisfazione la foto di un grosso Permit da quasi 20 chili davvero impressionante, preso anni addietro sempre in Ascension Bay. Un permit di 20 chili è sicuramente un condensato di diffidenza, un pesce estremamente selettivo, un conoscitore di insidie e di tranelli. Poi un giorno il pescatore mi confida che il Permit in questione l’ha preso mentre pescava tarpon. Una canna coda 12, finale con shock leader del 0,80 e grosso artificiale stile Deciver color blu e argento. Quando ha visto il grosso pesce passargli in superficie a tiro di lenza ha pensato a un grosso jack e d’istinto gli ha lanciato davanti. L’enorme permit ha scartato e preso l’artificiale su amo del 2/0. Mi confida che è riuscito a prenderlo solo grazie alla poderosa attrezzatura. Boh!!! Chi ci capisce qualcosa. Altra occasione: con un altro amico stiamo pescando i Permit che girano insieme alle razze e alle mante. (il pesce segue la manta e caccia gamberetti e granchietti che la manta fa fuggire smuovendo il fondale al suo passaggio o quando anch’essa grufola sul fondo) La guida intravvede una manta con tanto di Permit di buona pezzatura che la segue. In questo caso, di norma bisogna lanciare la nostra imitazione proprio sulla testa delle manta (o razza). Il pescatore in questione lancia e sbaglia, la sua imitazione si posa a due metri dietro alla razza e al permit. Ma questo ultimo, attirato dal rumore si gira, corre, (anzi nuota veloce) verso l’artificiale e lo inghiotte in solo boccone, poi ritorna nuovamente verso la manta e si ferra praticamente da solo. 105 Confluenze Salt