Coelum Astronomia Speciale 2016 - Page 39

Zelinda. L’altro oggetto del mese, anch’esso in opposizione alla fine di gennaio, è (654) Zelinda, asteroide che si differenzia da Thyra principalmente per le dimensioni (diametro di 125 km) e per l’albedo molto più bassa.

Scoperto il 4 gennaio 1908 a Heidelberg dall’astronomo tedesco August Kopff (1882-1960), solo recentemente si è riusciti a trovare l’origine del nome, che secondo il nostro Ermes Colombini è quello della sorella minore del matematico Ulisse Dini, suggerito allo scopritore dal comune amico (e astronomo) Elia Millosevich (1848-1919).

Zelinda raggiunge le opposizioni più profonde ad intervalli di 7 anni, l’ultima nel 2009, avvicinandosi a molto meno di un’unità astronomica. Come dimostra il valore del parametro Rd, quella del gennaio prossimo sarà da considerare davvero eccellente, con una magnitudine di +10 e una distanza di 0,815 UA.

In conclusione, due oggetti ampiamente alla portata di un qualsiasi binocolo, anche se le temperature di queste notti non incoraggeranno di certo la tranquilla applicazione di uno spirito contemplativo.

Spiccioli. Per chi si sentisse in animo di sfidare i rigori invernali consiglio però di non perdersi le primissime ore della notte del 10 gennaio il transito di (261) Prymno (mag. +12,7) sulla galassia M96.

In alto. L’asteroide (654) Zelinda si muoverà nella costellazione dell’Hydra, una ventina di gradi più in basso rispetto a Thyra, dove percorrerà un tratto di circa 11° con moto indiretto. Il giorno 30 raggiungerà la minima distanza e insieme la massima luminosità.

Gli ASTEROIDI in

opposizione nel periodo

Data Asteroide Magnitudine

14 Gen (116) Sirona + 10,9

15 Gen (30) Urani + 10,0

27 Gen (115) Thyr + 9,8

29 Gen (654) Zelinda+ 10,0

39