Coelum Astronomia Speciale 2016 - Page 36

QUADRANTIDI: le prime meteore dell'anno

28.1 Durante la notte tra il 27 e il 28 gennaio la Luna a trequarti calante si avvicinerà a Giove fino ad una distanza di 1,7°.

In alto. Il carnet dei migliori fenomeni celesti del mese si chiude la sera del 27 con una nuova congiunzione tra la Luna e Giove, sempre sull’orizzonte est. Questa volta, rispetto all’incontro del 1 gennaio, la fase lunare sarà più luminosa e i due oggetti più vicini tra loro (circa 2°).

Ogni inizio anno è caratterizzato dal manifestarsi più o meno discreto dello sciame delle Quadrantidi, il cui nome deriva dalla dimenticata costellazione del Quadrante Murale (introdotta da Lalande nel 1795 e abolita nel 1922) che un tempo occupava la regione situata nella parte nordorientale di Boote (dove quindi è situato il radiante).

Le Quadrantidi hanno in genere una velocità di circa 40 km/s (piuttosto lente se paragonate alle Perseidi, capaci di sfrecciare a più di 70 km/s), e le tracce, di colore prevalentemente blu, sono discretamente brillanti (anche se molte sono telescopiche). L’attività sarà di tutto rispetto: mediamente lo ZHR è di 70, ma nel recente passato ha toccato anche punte di 200.

Il massimo dell’attività, favorito anche dall’assenza del disturbo lunare, si avrà quest’anno nelle prime ore del 4 gennaio. A quell’ora il radiante, che è circumpolare, sarà visibile a nordest, alto una trentina di gradi.

36