Coelum Astronomia 233 - 2019 - Page 6

Gravity vede l’atmosfera di un esopianeta con un dettaglio

senza pari

NOTIZIARIO

Coelum Astronomia

6

di Ufficio Stampa ESO – ESO

In alto. Una rappresentazione artistica del pianeta chiamato HR8799e. Grazie allo strumento GRAVITY è stato possibile rilevarne in modo diretto la complessa atmosfera esoplanetaria con nubi contenenti ferro e silicati che turbinano in una tempesta di dimensioni pari a quelle del pianeta. La tecnica presenta possibilità uniche per caratterizzare molti degli esopianeti oggi conosciuti. Crediti: ESO/L. Calçada

Grazie alla potente vista dello strumento GRAVITY installato sul VLTI (Very Large Telescope Interferometer) dell’ESO, in Cile, è stato possibile compiere la prima osservazione diretta di un pianeta extrasolare mediante interferometria ottica. Questo metodo ha rivelato una complessa atmosfera esoplanetaria con nubi contenenti ferro e silicati che turbinano in una tempesta di dimensioni pari a quelle del pianeta. Lo studio delle atmosfere esoplanetarie è una delle prossime sfide dell'astronomia osservativa e della scienza legata alla caratterizzazione degli esopianeti e la tecnica impiegata con GRAVITY presenta possibilità uniche per caratterizzare molti dei pianeti extrasolari oggi conosciuti.

Il risultato è stato annunciato sulla rivista Astronomy and Astrophysics da parte delle collaborazione GRAVITY, in una lettera in cui sono state presentate le osservazioni dell’esopianeta HR8799e ottenute con l’interferometria ottica. L’esopianeta è stato scoperto nel 2010 in orbita intorno giovane stella di sequenza principale nota con la sigla HR8799, situata a circa 129 anni luce dalla Terra, nella costellazione di Pegaso.

L’odierno risultato, che rivela nuove proprietà di HR8799e, ha richiesto uno strumento con altissima risoluzione e sensibilità. GRAVITY può utilizzare simultaneamente i quattro telescopi del VLT dell’ESO per simulare un singolo telescopio virtuale più grande, utilizzando una tecnica nota come interferometria. Questo crea un super-telescopio – il VLTI – che raccoglie e distingue con precisione la luce dall’atmosfera di HR8799e e da quella della sua stella madre.

HR8799e è un esopianeta classificato come "super-gioviano", un mondo diverso da tutti quelli del nostro Sistema Solare, più massiccio e molto più giovane di qualsiasi pianeta in orbita attorno al Sole. Con un’età di soli 30 milioni di anni, questo pianeta extrasolare è abbastanza giovane da