Coelum Astronomia 233 - 2019 - Page 42

Il piccolo retroriflettore laser (è più piccolo di un mouse per computer) fornito da NASA e presente a bordo del lander Beresheet potrebbe essere sopravvissuto al tremendo impatto che ha distrutto il lander. Il sorvolo del sito dell'incidente da parte del Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) di NASA potrebbe fornire delle prove della sua sopravvivenza scattando delle immagini dell'area di impatto. Composto da otto specchi costituiti dagli spigoli di un cubo di quarzo inseriti in una cornice di alluminio a forma di cupola, il retroriflettore, chiamato Laser Retro-reflector Array (LRA), è molto leggero e resistente alle

radiazioni spaziali. Il suo funzionamento è

piuttosto semplice: colpito da un raggio laser, il

suo compito è quello di rifletterlo indietro in modo che possa essere rilevato dalla sonda che ha emesso il raggio (in questo caso LRO), rivelandone la presenza.

«Crediamo che l'array di riflettori laser sia sopravvissuto all'incidente anche se potrebbe essersi separato dal corpo principale del veicolo spaziale» ha affermato David Smith del Massachusetts Institute of Technology e PI di LOLA, lo strumento a bordo di LRO che sarà usato per la ricerca. «Ovviamente non sappiamo quale sia l'orientamento dell'array, potrebbe essere

capovolto, ma ha un angolo di ricezione di 120 gradi e abbiamo solo bisogno di 1 dei cubi in vista

per il rilevamento, ma certamente non è una cosa facile».

L'obiettivo futuro per NASA è quello di punteggiare la Luna con molti di questi retroriflettori, in modo da usarli come punti di riferimento per effettuare atterraggi di precisione.

Coelum Astronomia

42

Il carico inviato da Israele

Il retroriflettore laser fornito da NASA. Potrebbe essere sopravvissuto allo schianto? Crediti: SpaceIL/Courtesy Xiaoli Sun/GSFC

Il piccolo lander era più che altro un dimostratore tecnologico, ma aveva comunque dei piccoli carichi. L’unico strumento scientifico attivo di Beresheet era un magnetometro, sviluppato dal Weizmann Institute of Science in Israele, per misurare il magnetismo delle rocce lunari. NASA aveva fornito inoltre un retroriflettore laser.

Tre dischetti invece fungevano da capsula del tempo e contenevano messaggi e disegni dei bambini Israeliani, diversi messaggi in varie lingue e una copia completa di Wikipedia in lingua inglese (al 2018).

Alla ricerca del retroriflettore